Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Milan ha Beckham in pugno

Il Milan ha Beckham in pugno
lunedì 10 settembre 2001, 15:522001
di Matteo Colturani
Il capitano della nazionale inglese interrompe bruscamente le trattative per il rinnovo contrattuale

Dopo i proclami nei quali il biondo centrocampista dello United ventilava la possibilità e forse anche l'opportunità di cambiare aria dopo la rassegna iridata asiatica, ecco le vie di fatto: David Beckham ha dato mandato ai procuratori della società di intermediazione FSX, che ne cura gli interessi, di interrompere definitivamente le trattative con il Manchester per il prolungamento del contratto. L'impegno di Beckham con i Red Devils scade alla fine di maggio del 2003 e lo spice boy è l'unico tra i big della squadra a non avere rinnovato. L'arrivo di Veron ha infranto il rigidissimo salary cap imposto dal club inglese (ma i bene informati insinuano che una eccezione era già stata fatta per il capitano, l'irlandese Roy Keane) e creato parecchi malumori in seno allo spogliatoio. Per tutta risposta Beckham e chi ne cura gli interessi hanno sparato grosso, chiedendo un ingaggio annuale addirittura quadruplo rispetto a quello attualmente percepito dal giocatore. Al momento, però, il disaccordo col Manchester non riguarda solo le cifre, ma anche la durata del nuovo rapporto. Il capitano della nazionale inglese ha reso noto di non essere disponibile a riprendere le trattative fino a quando non sarà reso noto il nome del successore di Sir Alex Ferguson sulla panchina della più prestigiosa società calcistica britannica. Il futuro del laterale di fascia destra, con Owen sicuramente il calciatore inglese più famoso al mondo, sembra però essere lontano dalla grigia e mai troppo amata Manchester. Le proposte provenienti da Italia e Spagna sono molto più vantaggiose, e il giocatore ha voglia di cambiare aria.

Offerte allettanti sono già pervenute da Barcellona (il rivale più temibile per i club italiani: i catalani, dopo lo scippo di Figo e la partenza di Simao, cercano un fuoriclasse cui affidare la corsia destra), Real Madrid, Inter e Juventus, ma in pole position c'è sicuramente il Milan. Berlusconi stravede per Beckham e lo scorso anno, ai tempi della contestazione dei tifosi per la campagna acquisti non proprio sontuosa, disse che il Milan avrebbe fatto una pazzia solo per un campionissimo, accostando il nome dell'inglese a quello di Rivaldo. La simpatia è ricambiata: a Beckham il Milan piace e Milano piace alla sua compagna, l'ex Spice Girl Victoria Addams, desiderosa di sbarcare in grande nel mondo dell'alta moda. Il Milan può anche offrire a Victoria la possibilità di occupare uno spazio di rilievo nel palinsesto televisivo di Mediaset (si ipotizza un programma musicale, sulla falsariga di "Top of the pops" della BBC inglese, oppure di costume tipo "Nonsolomoda"). Il dettaglio può anche far sorridere, ma potrebbe avere una influenza decisiva nella scelta di David Beckham. Se il giocatore non riaprirà al Manchester, il club inglese sarà costretto a svenderlo di fronte alla prospettiva di lasciarlo partire a costo zero l'anno successivo. Ma Beckham potrebbe anche decidere di andare a scadenza di contratto: in quel caso il Milan gli avrebbe già prospettato un ingaggio sui 15 miliardi annui, con la possibilità di arrivare a 18.