Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Atalanta, inizia lo smantellamento

Atalanta, inizia lo smantellamento
martedì 31 maggio 2005, 17:142005
di Tommaso Veneri
Hanno già lasciato Bergamo il Presidente Randazzo, il Team Manager Bucarelli e il tecnico Rossi

L'Atalanta è tornata in serie B.
Le prime conseguenza della retrocessione degli orobici (ad un anno dal ritorno nella massima serie) sono visibili già in questi giorni.
Hanno infatti abbandonato la formazione nerazzurra il Presidente Giacomo Randazzo, dimessosi nel pometiggio di ieri, il Responsabile della Comunicazione e Team Manager Maurizio Bucarelli, il cui addio è stato comunicato nella mattinata odierna e il tecnico Delio Rossi, peraltro in scadenza di contratto. Lo strepitoso finale di campionato dell'Atalanta targata Rossi non è stato sufficiente per centrare l'obiettivo salvezza, ma è stato senza dubbio un'ottima vetrina per lo stesso tecnico e per alcuni dei suoi ragazzi.


La retrocessione nella cadetteria molto presumibilmente rappresenterà anche l'inizio della "rifondazione" della formazione lombarda. Alcuni giovani quali Montolivo, Motta, Capelli, Lazzari, Makinwa, Sinigaglia e Budan molto difficilmente resteranno a Bergamo. Incerto è poi il futuro di alcuni "big" quali Sala, Natali, Bernardini e Marcolini.
Per l'ormai ex mister Rossi si prospetta invece un approdo alla Lazio (nel caso non venga confermato Papadopulo) o un ritorno al Lecce (visto il quasi certo addio di Zeman).