Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Nessuna rivoluzione in programma a Madrid

Nessuna rivoluzione in programma a Madrid
sabato 19 marzo 2005, 20:382005
di Daniele Zoratto
Florentino Perez prevede qualche modifica, ma nessuno sconvolgimento.

Anche se ormai sta per accadere per il secondo anno di fila, una stagione senza alcun trionfo è un fatto anomalo per il Real Madrid. Per questo motivo, dopo aver speso parecchi soldi per rinforzare tutti i reparti della rosa, i ripetuti cambi in panchina e l'arrivo di Arrigo Sacchi, e aver nonostante tutto fallito tutti gli obiettivi stagionali, sarebbe lecito aspettarsi una nuova rivoluzione in casa merengues. Invece è proprio Florentino Perez a smentire questa possibilità e ad annunciare che la dirigenza interverrà apportando dei cambiamenti, ma senza sconvolgere la squadra. "Non siamo in una buona situazione perchè i nostri tifosi si aspettano successi in ogni competizione. Il Real Madrid è nato per essere primo; se l'anno scorso non lo è stato e non lo è tuttora significa che si deve cambiare qualcosa.

Non ci saranno comunque rivoluzioni. In fondo abbiamo i migliori giocatori del mondo". Perez ha inoltre individuato l'origine del pessimo periodo dei galattici nell'eliminazione dalla scorsa Champions League subita a Monaco. Fino a quella partita le merengues guidavano la Liga ed erano arrivate in finale di Coppa del Re. Secondo il presidente del Real è stata quindi la disfatta nel Principato a creare una sorta di blocco psicologico che i giocatori non sono ancora riusciti a superare.