Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Abel Balbo. "Giovanni Paolo II mi confessò che tifava Roma"

Abel Balbo. "Giovanni Paolo II mi confessò che tifava Roma"
mercoledì 6 settembre 2006, 19:142006
di Claudio Cordova
fonte ANSA

''Quando incontrai Giovanni Paolo II in Vaticano e gli chiesi per chi tifava mi disse che era della Roma'', assicura Abel Balbo, ex attaccante di Roma, Fiorentina e Udinese in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano sportivo 'Ole''. ''Sono sicuro che non mi ha mentito, un Papa non puo' mentire'', precisa l'ex calciatore che ora risiede a Santa Fe e che, per contro, ammette: ''Io e Gabriel Batistuta passavamo i giorni mentendo e pigliando in giro tutti''. ''Una volta - ricorda Balbo -, quando eravamo insieme nella Fiorentina, nel corso di una conferenza stampa dissi che lui era un discendente di indios. Ci credettero. Ed un giornale mando' addirittura in Argentina un cronista che ci fotografo' con ponchos e collane, e fece una pagina con tutte le fandonie che gli rifilammo''. ''In un'altra occasione - continua l'ex attaccante - mentre eravamo a Londra per una partita contro il Manchester, Bati disse ai giornalisti italiani ed inglesi che mi lasciassero in pace poiche' ero triste per la ricorrenza del conflitto per le Falkland-Malvine, dove io avevo combattuto.

Anche in questo caso ci credettero. E mi vennero a dire che avevano saputo e che non mi avrebbero disturbato''. Balbo ricorda poi che con Batistuta, Mijatovic e Rui Costa ''andavamo pazzi per il karting''. ''Andavamo a piu' non posso e, una volta, Bati quasi ammazza Rui Costa'', specifica raccontando i dettagli: ''Un giorno Bati ha cercato di sorpassarlo in una curva. Ma il go-kart di Rui ha cappottato e quel bestia di Gabriel gli e' passato letteralmente sopra''. ''Se i dirigenti della Fiorentina lo fossero venuti a sapere, ci avrebbero fatto fuori'', conclude l'ex attaccante.