Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cairo raggiante: "Oguro potrebbe esser una sorpresa"

Cairo raggiante: "Oguro potrebbe esser una sorpresa"
sabato 2 settembre 2006, 13:162006
di Marco Frattini
fonte Affaritaliani

Urbano Cairo-Aldo Spinelli, l'altra faccia - sorridente - del mercato. Sono i presidenti di Torino e Livorno i protagonisti dell'ultima ora di trattative all'Ata Quark di Milano. Due colpi Konan e Kuffour a sottolineare - insieme - il fattore K. E pazienza se salta lo scambio Adriano-Ronaldo. I rifelttori sono su un unico colore: il granata.

Presidente Cairo, Konan ultimo colpo del Toro. Squadra rivoluzionata e grandi ambizioni...
"Abbiamo acquistato 11 giocatori, quattro riscatti e nella nostra formazione c'è anche un campione del mondo: Simone Barone".

Grandi arrivi, a cominciare dall'estremo difensore.
"Christian Abbiati è grande portiere. Non solo, in rosa abbiamo anche Stefano Fiore, grande giocatore con alle spalle 10 campionati di serie A con 7-8 gol a campionato e 40 presenze in Nazionale. E poi ci sono Di Loreto, Pancaro, Comotto, Franceschini, Cioffi, e Oguro".

Una sorpresa..
"Un campione giapponese, giovane di 26 anni che ha vinto la classifica cannonieri due anni fa nel suo Paese, ha vinto il campionato e ha giocato anche ai Mondiali con 21 presenze in Nazionale e cinque gol. Un giocatore brillante e molto rapido e che potrebbe essere una buona sorpresa".

Aldo Spinelli e Lucarelli
Qual è l'obiettivo del Torino visto che la sua formazione rappresenta la città in serie A?
"Inizialmente è soltanto meritarci la serie A. Non dobbiamo volare troppo alto, stare con i piedi per terra, assemblare bene la squadra che ha evidentemente da inserire molti giocatori".

Nessun pensiero all'Europa?
"Vedremo strada facendo se - meritata la serie A come immagino e spero che accada rapidamente - si potrà puntare a qualcosa in più".