Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Calciopoli: conciliazione fallita per Pairetto e Carraro

Calciopoli: conciliazione fallita per Pairetto e Carraro
venerdì 15 settembre 2006, 19:202006
di Claudio Cordova

Figc ferma sulle sue posizioni: nessun accordo con Pierluigi Pairetto e Franco Carraro. E' questo l'esito delle due udienze odierne della Camera di Conciliazione del Coni che si sono tenute allo Stadio Olimpico di Roma. Ne' l'ex designatore arbitrale ne' l'ex presidente della Federcalcio alla fine delle due udienze - entrambe dai tempi contenuti - hanno rilasciato dichiarazioni in merito. Per bocca dei legali che assistevano i due nel tentativo di trovare un accordo con la Figc ora resta la strada dell'Arbitrato. Pairetto chiedeva il proscioglimento dalle accuse che lo hanno visto inibire per tre anni e mezzo, e in secondo caso una riduzione della stessa o una commutazione parziale: Carraro che venisse rigettata la sanzione di 80 mila euro alla quale e' stato condannato dalla Corte Federale. Ma, come ha spiegato l'avv. conciliatore del procedimento per Carraro, Enrico Ingrilli' ''La Figc e' stata ferma nei suoi propositi di non modificare e vanificare le sentenze della giustizia sportiva: ora c'e' la strada dell'Arbitrato e se conosco bene l'ex presidente Carraro il suo percorso si fermera' con la giustizia sportiva.

Non ricorrera' di certo alla giustizia ordinaria, cioe' il Tar''. E all'Arbitrato ricorrera' anche Pierluigi Pairetto: ''La Camera di conciliazione non ha funzionato per nessuno - ha confermato il legale dell'ex designatore Giorgio Merlone - Ma siamo ottimisti per l'Arbitrato, l'udienza oggi si e' svolta in un buon clima. Per no ci sono i presupposti perche' tutto finisca nel migliore dei modi, cioe' all'interno della giustizia sportiva: non ricorreremo di sicuro al Tar''. In udienza Franco Carraro ha preso personalmente la parola per spiegare le sue ragioni: ''Ci ha spiegato in modo elegante e pacato che ritiene non congrua la sanziona economica, perche' in tutti i suoi anni alla guida della federcalcio non ha mai percepito nessun emolumento - ha concluso l'avv. Ingrilli' - trova anomalo che venga sanzionato in questo modo. Secondo lui ha gia' pagato, e molto, politicamente, visto che si e' dimesso da presidente prima ancora del commissariamento''.