Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Clamorosa questua per i giocatori della Viterbese

Clamorosa questua per i giocatori della Viterbese
mercoledì 1 marzo 2006, 22:042006
di Ilario Imparato

I tifosi della Viterbese si mobilitano in favore dei dipendenti della societa', calciatori compresi, da mesi senza stipendio. Sabato prossimo, davanti ai cancelli dello stadio Rocchi, metteranno in vendita, a 15 euro l'uno, i fondi di magazzino del libro fotografico su mezzo secolo di storia del tifo organizzato a Viterbo e devolveranno l'incasso in parte ai giocatori e in parte agli impiegati della societa'. L'annuncio e' stato dato questa sera dai rappresentanti della tifoseria, al termine di una riunione organizzata per fare il punto sulla situazione societaria, dallo scorso mese d'agosto alle prese con una crisi finanziaria che, secondo gli stessi tifosi, potrebbe portare il sodalizio gialloblu' di cui in passato e' stato proprietario Luciano Gaucci, al terzo fallimento della sua storia. Il volume fotografico era stato stampato nel novembre 2005 e l'incasso delle copie vendute sotto le feste natalizie, oltre 2.000 euro, era stato devoluto in beneficenza a due associazioni di volontariato della citta'. ''Visto che il presidente Andrea Pecorelli e' scritto in una nota diffusa dai club dei tifosi -, nonostante le roboanti dichiarazioni ai giornali, non ha ancora provveduto a pagare gli stipendi a giocatori ed impiegati, abbiamo deciso di intervenire offrendo loro l'incasso della vendita del libro. Del resto sempre di beneficenza si tratta...''. Attuale presidente della societa' e' l'imprendore romano Andrea Pecorelli, figlio del giornalista Mino Pecorelli, ucciso a Roma il 20 marzo 1979, il quale ha acquistato la squadra nell'agosto 2005 da Angelo Venanzi.

Quest'ultimo l'aveva a sua volta rilevata dal sindaco di Viterbo, Giancarlo Gabbianelli, dopo il fallimento della vecchia Viterbese e l'arresto dei proprietari di allora, Francesco Greco e l'ex play boy Fabrizio Capucci. Gabbianelli, nel 2004, per scongiurare l'estinzione del sodalizio, non ammessa al campionato di C/1 per gravi irregolarita' di bilancio, dette vita ad una cordata d'imprenditori disposti a creare una nuova societa', la Viterbo Calcio, riuscendo cosi' ad ottenere dalla Lega di Serie C l'applicazione del lodo Petrucci e ad iscrivere la squadra al campionato di C/2. Dopo alcuni mesi, Venanzi, che aveva era gia' stato azionista di maggioranza della Viterbese nei primi anni Ottanta e aveva nominato presidente Omar Sivori, chiese ed ottenne da Gabbianelli il controllo della societa'. Ma alcuni mesi dopo la giro' a Pecorelli. Il nuovo presidente, appena insediato, tra il giubilo dei tifosi, riusci' a riavere il vecchio nome di Viterbese. Subito dopo, pero', sono iniziati i guai finanziari tuttora in atto.