Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Domenech: "Comunque per 4 anni i Campioni del Mondo restano sempre gli italiani"

Domenech: "Comunque per 4 anni i Campioni del Mondo restano sempre gli italiani"
giovedì 7 settembre 2006, 09:272006
di Ilario Imparato

''Abbiamo battuto due campioni del mondo in pochi mesi: il Brasile in Germania e l'Italia stasera. E' qualcosa che da' una soddisfazione particolare, ma resta il fatto che per quattro anni i campioni del mondo resteranno gli italiani''. All'insegna di un sano realismo, Raymond Domenech, non infierisce sull'Italia, schiaffeggiata calcisticamente questa sera, piuttosto che leggere il 3-1 di Parigi come una rivincita di Berlino, guarda avanti. ''La buona notizia di questa sera - dice il ct della Francia - e' che siamo 5 punti avanti all'Italia. Questo non vuol dire che siamo gia' qualificati agli Europei del 2008, ma abbiamo fatto un bel passo avanti.

Ora bisogna concretizzare questo vantaggio nelle prossime 3-4 partite, per presentarsi nelle migliori condizioni di classifica al ritorno con l'Italia in casa loro''. Domenech rifiuta di considerare quella di stasera ''la partita perfetta'' anche se considera la Francia, che ha battuto i campioni del mondo, ''la migliore della mia conduzione tecnica''. ''Noi piu' forti dei campioni del mondo? - conclude il ct della Francia - Stasera e' stato cosi' ed e' stata una serata superba, dal pubblico che ci ha fatto festa senza fischiare l'inno italiano fino ai risultati. Tutti d'ora in poi vorranno battere l'Italia perche' campione del mondo, pero', ripeto, qualsiasi cosa succeda i campioni restano loro''.