Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, Bojinov: "Con l'Ascoli non sarà semplice"

Fiorentina, Bojinov: "Con l'Ascoli non sarà semplice"
venerdì 17 marzo 2006, 16:282006
di Appi .
fonte di Paolo Biagiotti per violanetwork.it

Valeri Bojinov è tornato oggi a parlare in sala stampa. Si parte dalla sua posozione in campo: "L'importante è giocare -ha detto Bojinov- il mister adesso sta giocando con due punte. Per me non fa differenza giocare come prima o seconda punta, l'importante è che riesca ad essere comunque utile alla squadra. A Firenze mi trovo bene, sento che i tifosi mi vogliono bene. La città tiene a me e mi dà la giusta carica; sono felice per il calore dei tifosi". Si torna sulla sua esclusione dalla rosa della prima squadra durante il mercato di gennaio: "Tutti i giocatori mi hanno aiutato, ma soprattutto Brocchi è quello che con la sua esperienza mi è stato più vicino in questo periodo difficile. Adesso sono sereno, tranquillo, a disposizione della squadra della squadra. Io devo dire grazie a società e mister perché mi sono stati vicino. Non so se sia scattata la molla, adesso ho capito come devo lavorare e sono a disposizione del mister. Col presidente è tutto chiarito, ci ho parlato, non c'è più niente da dire sulla vicenda". Domenica potrebbe giocare nuovamente con Jimenez a supporto, come già a Cagliari: "È una scelta del mister, so che Toni difficilmente sarà in campo, io spero solo di poter scendere in campo dal primo minuto".

Si scherza anche su un striscione dedicatogli dai tifosi: "Mi ha fatto piacere lo striscione, ma "devastante" non solo io, ma anche la città, i tifosi, la squadra e la curva. Qua a Firenze tutti sono devastanti". Chiusura sull'Ascoli e sulle condizioni del suo mister in Nazionale, Hristo Stoitchkov: "L'Ascoli ha un allenatore eccezionale, che tiene moltissimo al gruppo. Conosco Bjelanovic e Paci, che sono stati miei compagni lo scorso anno, li sento costantemente e me l'hanno detto. Loro verranno qui per fare la partita, giocano molto bene, per cui non sarà semplice. Stoitchkov? È un giocatore che ha vinto tutto, che rimarrà nella storia. Nel nostro paese è un mito e lo rimarrà per tutta la vita. L'avevo visto in Nazionale e nonostante il girovita resta un mito per me". Nella da dire sulla Roma fuori dall'Europa: "Non voglio parlare della Roma, parlo solo di Fiorentina".