Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, Mutu: "L'intesa con Toni è ok"

Fiorentina, Mutu: "L'intesa con Toni è ok"
giovedì 21 settembre 2006, 18:462006
di Appi .
fonte di Giulia Bonci per fiorentinanews.com

E' Adrian Mutu il protagonista della sala stampa di oggi. Il rumeno carica i compagni dopo la prima vittoria in campionato: "E' andata bene lo stesso, nonostante i falli sabiti. Ho preso tante botte ma sono soddisfatto della vittoria che è stata importante e poi per il gol visto che è anche il mio obiettivo come per tutti i giocatori. Certo adesso dobbiamo continuare così perché la strada è lunga e mancano ancora tanti punti per arrivare a quota zero. Dobbiamo continuare così perché il nostro obiettivo è quello di salvarci. Oggi facilmente Toni verrà squalificato ma lui non ha fatto niente. Ovviamente ci mancherà perché è un grande attaccante. Chi giocherà al posto di Luca cercherà di far bene perché per noi non è facile recuperare questo svantaggio. Prandelli ieri era molto soddisfatto della grinta e del cuore che ci abbiamo messo fino alla fine. Abbiamo incontrato una buona squadra che stava bene in campo e che nella riprsa ci ha messo in difficoltà.

Abbiamo vinto meritatamente anche se potevamo subire un gol. L'intesa con Toni va bene, spero di ricambiare l'assist di ieri, a Livorno ci siamo detti spesso di darci la palla, ma non c'è nessun problema fra di noi. A fine partita ci siamo dati la mano e tutto è finito lì. E' normale che ci sia la voglia di vincere e segnare per la squadra. Io sono sempre stato abituato a lottare su tutte le palle fino in fondo, il mister mi conosceva bene. Un giocatore come me deve avere delle responsabilità anche in difesa, devo dare una mano ai compagni della difesa, è necessario nel calcio moderno. Il peggio è passato? No, siamo ancora lì ma la vittoria è stata molto importante per il nostro morale e per la classifica. Non penso che gli arbitri ci diano contro apposta, anche loro possono sbagliare. Sono uomini come noi...".