Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina: Prandelli è furioso

Fiorentina: Prandelli è furioso
martedì 19 settembre 2006, 15:332006
di Maurizio Libriani
fonte Radiofiorentina.it

Un Prandelli come non si era mai visto. Il tecnico viola si presenta davanti ai microfoni della sala stampa difendendo a spada tratta la squadra dalle critiche piovutegli addosso negli ultimi giorni, accusando tutto l'ambiente che ruota attorno ai viola di superficialità e incompetenza: "Abbiamo bisogno di andare in campo e di fare risultato, scaricando così tutto questo nervosismo che ci circonda. Dovremo essere bravi a capire bene la gara. Ho sentito tante sciochezze in questi giorni: l'unica cosa di cui dobbiamo rimproverarci è quella di non essere stati bravi a trasmettere il nostro stato d'animo a chi ci circonda, scomprendo così che tutto l'ambiente non è preparato a questa stagione. Tutti noi dobbiamo mettera da parte gli individualismi e remare dalla solita parte. Vorrei avere la massima correttenza da tutti voi così come la mettiamo noi ogni giorno. Non siamo responsabili di questa situazione per questo voglio la massima tranquillità per la squadra. In questi giorni mi sono accorto che i buoni rapporti con alcune persone sono nati all'insegna dei buoni risultati e non del rispetto reciproco. Dobbiamo capire tutti che non è una situazione che non si risolverà in due o tre settimane, ma ci vorrà tempo, molto tempo. Domani voglio cercare di mandare in campo i ragazzi con la massima serenità però se non saremo aiutati da tutti non sarà facile. In qualsiasi campo d'italia in cui giocheremo al primo giudizio contestato dall'arbitro ci diranno che siamo dei ladri e che sappiamo solo rubare. Per controbilanciare questa situazione dobbiamo tenere il gruppo unito cercando di sgomberare la testa libera da tutto il resto.
Sono convinto che ne usciremo alla grande ma non in due settimane. personalmente dovrò essere bravo a stemperare questo clima, togliendo tutta l'ansia dai giocatori. In campo dovremo pensare sempre a vincere la partita senza fare calcoli in base a quello che ci potrebbe andare bene per via della penalizzazione. L'handicap nei 90 minuti non deve pesare. Attorno alla squadra si deve creare una situazione di poco stress. Se carichiamo ancora di più questa situazione diventerà impossibile lavorare. Sono convinto che faremo una stagione storica e la faremo. Dobbiamo però evitare le polemiche. Se c'è un problema c'è un allenatore che ci mette la faccia e i ragazzi non sono scappati quando questa situazione si è concretizzata.

Queste due settimane mi hanno fatto riflettere su molte cose. Ho notato troppa superficialità e incompetenza. L'ambiente non è preparato, ho letto cose assurde, che avremmo recuperato la penalizzazione in 4/5 partite. Il rapporto con molte persone mi sono accorto che si fondava sui risultati, mentre io ho sempre creduto nel rapporto umano. capito questo, adesso mi chiuderò a riccio con la squadra, farò il mio lavoro e ne usciremo. In questo momento qua siamo noi a mettere la faccia anche non siamo ladri ne altro. La squadra ha capito e va tutelata, salvaguardata. non accetto che dopo quello che hanno fatto, accettando una situazione simile, alcuni giocatori debbano anche essere criticata. Dobbiamo creare una situazione che liberi la squadra da tutte queste tensioni. Sarà un lavoro lungo e impegnativo. Io mi arrabbio anche quando vedo un servizio tv sulla gara di Livorno dove non ci sono le nostre azioni e si sente dire che siamo stati surclassati, mentre la cosa è fuori dal mondo. Mi auguro che la nostra correttezza alla lunga paghi. Non abbiamo mai fatto polemica, non abbiamo mai condizionato l'arbitro nelle sue scelte. Noi siamo una squadra corretta. Se ci aiutate ne usciamo altrimenti sarà un massacro. Adesso però voglio solo pensare alla gara di domani e niente altro. Sanzioni per i giocatori che commettono sciocchezze? Se pensiamo solo alle multe non abbiamo capito nulla. Dobbiamo capire perchè dei giocatori corretti non hanno, in questo momento, l'equilibrio necessario per gestire le situazioni. Punti positivi? I punti positivi li incontreremo per strada e i tifosi hanno già capito questa situazione. Contro il Parma sarà una gara difficile contro un squadra che gioca bene che sa fare la fase offensiva con molti uomini. Abbiamo la convinzione che al di là della tecnica della tattica domani sera ci saranno dei valori che usciranno fuori e che ci faranno vincere la partita".