Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina-Roma: Perrotta attacca Donadel

Fiorentina-Roma: Perrotta attacca Donadel
lunedì 20 marzo 2006, 15:222006
di Appi .
fonte di Paolo Biagiotti per violanews.com

La corsa tra viola e giallorossi continua anche fuori dal campo, e a questo proposito quest'oggi il centrocampista capitolino Simone Perrotta attacca il viola Donadel, secondo cui la decisione di far recuperare mercoledì la sfida tra Cagliari e Fiorentina era stata influenzata dalla Roma: "L'intervista di Donadel l'ho trovata fuori luogo - ha detto Perrotta - nessuno si deve permettere di parlare delle società. I giocatori devono fare i giocatori, rispettando il ruolo e parlando solo del campo. Per prepararci al match con i viola avremo tempo 8 giorni, visto che non abbiamo impegni infrasettimanali ma prima abbiamo due partite importanti: mercoledì la Coppa Italia contro il Palermo e sabato la Juventus a Torino. Del forte attacco viola, a noi non ci interessa, - ha continuato lex-clivense - noi cerchiamo di dare il massimo sempre. Loro sulla carta sono più avvantaggiati perchè non hanno subito infortuni come noi ma non invidiamo nessuno. Parlare di miracolo per un nostro raggiungimento del quarto posto, mi sembra eccessivo.

E' grande impresa ma, il quarto posto è il nostro obiettivo dall'inizio della stagione. Quelle con l'Ascoli e il Middlesbrough sono state due sconfitte penalizzate da diversi episodi sfortunati. Comunque a parte i primi 30 minuti della partita contro l'Ascoli non abbiamo nulla da rimproverarci, le nostre prestazioni in campo sono state sempre soddisfacenti. Adesso c'è la Coppa Italia, che per noi è importante come la Coppa Uefa. Poter fare una seconda finale a distanza di un anno è un bel traguardo.