Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio-Sampdoria: 2-0

Lazio-Sampdoria: 2-0
domenica 26 marzo 2006, 17:312006
di Ilario Imparato

La Lazio di Delio Rossi supera la Sampdoria allo stadio Olimpico per 2-0 e aggancia al sesto posto, in piena corsa per un posto in Coppa Uefa, il Chievo a 45 punti, uno in piu' del Livorno. I biancocelesti infliggono alla squadra di Novellino la sesta sconfitta consecutiva, in piena crisi di gioco e di risultati. Decisivo per la vittoria della Lazio, il difensore Massimo Oddo, autore della doppietta che ha steso i doriani. La Lazio doveva fare a meno dello squalificato Cribari e degli infortunati Firmani, Inzaghi e Tare, per questo Delio Rossi sceglie Peruzzi in porta con una difesa composta da Oddo, Siviglia, Zauri e Belleri, a centrocampo Behrami, Mudingayi, Liverani e Mauri; Di Canio e Rocchi in avanti. La Sampdoria di Novellino, che arrivava da cinque sconfitte consecutive, schiera Antonioli in porta con una difesa a protezione composta da Zenoni, Falcone, Sala e Castellini, a centrocampo Diana, Volpi, Palombo e Tonetto; con Foti in appoggio a Flachi in avanti. Il tecnico blucerchiato deve rinunciare allo squalificato Pisano e agli indisponibili Bazzani, Bonazzoli, Colombo e Zamboni. La Lazio vuole i tre punti e parte subito in avanti. Al 2' taglio di Rocchi che riceve in area, tiro di controbalzo e palla fuori alla destra di Antonioli. Sugli spalti dello Stadio Olimpico tifoserie divisa tra 'Chinaglisti' e 'Lotitisti' ma i sostenitori di Lotito appaiono in minoranza.
Al 23' la Sampdoria si affaccia in area biancoceleste con una gran botta di Zenoni di sinistro dal limite che Peruzzi respinge.

Pochi minuti dopo la buona occasione capita al laziale Mauri che non riesce pero' a colpire bene sul cross di Oddo. Sul finire del tempo ghiotta occasione per i padroni di casa: cross di Oddo e testa di Belleri, ma e' grande la parata di Antonioli. Nel contrasto aereo il difensore Falcone rimane a terra per una botta alla testa, il giocatore e' costretto ad uscire in barella, al suo posto entra Gasbarroni. La squadra biancoceleste anche nella ripresa cerca con insistenza la via del gol e al 3' gran palla in profondita' di Liverani per Di Canio che pero' si addormenta in area e fa rinviare alla difesa doriana. Al 6' Rossi decide di cambiare ed inserisce Pandev al posto di Di Canio e al 23' e' proprio l'attaccante macedone a rendersi pericoloso, supera mezza difesa doriana ma poi sbaglia la conclusione. Passano due minuti e la Lazio trova il vantaggio: bolide da trenta metri di Oddo con la decisiva la deviazione di Palombo per l'1-0. la Samp accusa il colpo e non riesce a reagire. Al 44' arriva il colpo del definitivo ko. L'arbitro Rosetti decreta un calcio di rigore per un netto fallo di mano di Castellini: Oddo va sul dischetto e realizza la sua personale doppietta ed il definitivo 2-0 per i biancocelesti.