Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: la conferenza stampa di Ancelotti

Milan: la conferenza stampa di Ancelotti
venerdì 22 settembre 2006, 16:182006
di Maurizio Libriani

L'allenatore del Milan Carlo Ancelotti, commenta il momento attraversato dalla sua squadra, che con la vittoria di misura sull'Ascoli ha annulato la penalizzazione iniziale di otto punti: "Le tre vittorie consecutive non mi hanno stupito, era un nostro obiettivo recuperare subito la penalizzazione. Per recuperare sulle prime ora ci vorranno tempo e pazienza. Dovremo superare tante difficoltà, ma l'obiettivo ora è la vetta. A livello individuale hanno fatto tutti molto bene e, in questa prima parte di stagione, anche a livello collettivo siamo stati ordinati. Abbiamo gestito bene i match quando ci siamo trovati in vantaggio".
Il prossimo ostacolo sulla strada del Milan propone una partita non semplicissima al Picchi di Livorno: "E' sicuramente un campo difficile, e loro hanno battuto la Fiorentina alla prima partita in casa: è un avversario di tutto rispetto. Ma l'anno scorso abbiamo fatto una grande partita al Picchi e la cosa sarà uno stimolo per sabato. Noi dobbiamo stare attenti alla trasferta di Livorno. In questo ciclo di partite Livorno e Siena sono le più difficili. In più loro hanno Lucarelli, che non è in una grande squadra solo perchè gli è mancata l'occasione ma che, per le qualità di cui è in possesso, avrebbe dovuto giocare in un top team.

Il suo unico difetto è che ha fatto tanti gol al Milan".
Gli amaranto sono il primo avversario, ma dato che Ancelotti ha chiarito che l'obiettivo stagionale sarà la vetta del campionato, è logico anche pensare al Palermo, attuale capolista con 9 punti: "I rosanero sono un'ottima squadra, hanno fatto una campagna acquisti molto buona, con giocatori importanti, e hanno dalla loro l'arma in più dell'entusiasmo".
Ancelotti non perso l'occasione per fare i dovuti omaggi ai cugini nerazzurri: "L`Inter è una squadra molto forte perchè ha vinto partite importanti, soprattutto vincere a Roma è stato un segnale forte per chi parlava già di squadra in difficoltà. Non hanno solo ottenuto un gran risultato, hanno anche dimostrato grande forza".
Un breve parere non manca sulla Roma, sua ex squadra: "I giallorossi non sono stati ridimensionati dalla sconfitta contro l`Inter perchè rimangono una squadra che gioca molto bene. Paga e soffre magari nelle partite molto importanti dove ci vuole esperienza perchè è una squadra giovane".
Capitolo Figc, il tecnico rossonero accoglie il nuovo commissario e applaude la scelta Riva: "Non conosco Pancalli, però dalle sue dichiarazioni sembra uno con le idee chiare e che vuol far le cose per bene. E` stato un grande sportivo, la vita gli ha creato tante difficoltà che lui ha superato con forza, quindi sono contento che ci sia lui e che al suo fianco ci sia Riva. L`ho conosciuto e apprezzato nel mio periodo in Nazionale".