Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Scandalo partite truccate in Belgio, scarcerato Allatta

Scandalo partite truccate in Belgio, scarcerato Allatta
venerdì 24 marzo 2006, 14:282006
di Marco Frattini
fonte http://www.telecaprisport.it/

Il procuratore italo-belga Pietro Allatta è stato rimesso in libertà provvisoria, dopo aver passato tre giorni in carcere nell'ambito di un' indagine sulle partite di calcio truccate che per ora vede coinvolte tre squadre della massima serie belga. Allatta, 52 anni, nato in Sicilia ma da molti anni residente in Belgio, è accusato di falso, abuso di beni sociali e minacce. E' stato rimesso in libertà dal magistrato che conduce l'inchiesta ancor prima che sulla detenzione si pronunciasse il tribunale. Il procuratore, che dice di essere l'agente anche di Sergio Brio, il quale in Belgio ha allenato la squadra del Mons, è stato interrogato dal giudice Silvania Verstreken, la quale si occupa dell'indagine che ha portato all'arresto di Ye Zheyun, un uomo d'affari cinese sospettato di aver organizzato un giro di partite truccate. Sono in stato fermati e poi rimessi in libertà provvisoria anche Filippo Gaone, imprenditore discendente di italiani, presidente della squadra La Louviere ed il legale della stessa società Laurent Denis.

La società, secondo quanto riportato dalla stampa belga, da mesi sarebbe stata presa di mira dalla "mafia cinese" al centro di diversi fatti di corruzione per partite vendute e comprate nei campionati 2004-2005 e 2005-2006. Nell'inchiesta è stato coinvolto un altro agente di giocatori originario di una famiglia italiana, Federico Avellino, 28 anni, accusato di avere, a sua volta, operato sia pure apparentemente senza troppo successo, su indicazione di Ye Zheyn per convincere alcuni calciatori a combinare i risultati di alcune partite. Avellino ha riferito di aver conosciuto Allatta e Gaone e, ha riferito, in alcune circostanze si è ritrovato anche con Brio. Le altre squadre coinvolte sono il Saint-Trond ed il Lierse, attualmente tutte agli ultimi posti della classifica.