Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Scandalo tedesco: smentita sul nome di Schweinsteiger

Scandalo tedesco: smentita sul nome di Schweinsteiger
giovedì 16 marzo 2006, 21:392006
di Ilario Imparato

La Federazione calcio tedesca (Dfb) e la procura di Monaco di Baviera hanno smentito in serata la notizia pubblicata da un giornale del capoluogo bavarese secondo cui il nazionale tedesco implicato nel nuovo scandalo scommesse sarebbe Bastian Schweinsteiger (21 anni), il forte centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale di Juergen Klinsmann. ''Non c'e' niente di vero in questa storia'', ha detto all'emittente privata all news 'n-tv' un portavoce del Dfb. ''La procura non ha finora interrogati nessuno. Noi stiamo valutando le informazioni'', ha detto da parte sua il procuratore capo di Monaco Anton Winkler. A fare il nome di Schweinsteiger e' stato, in una anticipazione all'edizione di domani, il quotidiano 'tz'. Con lui sarebbero coinvolti nella vicenda di corruzione altri due giocatori del Monaco 1860, l'altra squadra del capoluogo bavarese che milita in seconda divisione. Si tratta secondo il giornale dell'australiano Paul Agostino e dell'olandese Quido Lanzaat. Tutti e tre avrebbero puntato forti somme di denaro su partite che sarebbero state manipolate. Secondo 'tz', i tre calciatori sarebbero stati ascoltati dalla polizia. Anche il Bayern Monaco ha smentito categoricamente la notizia del giornale, con il manager Uli Hoeness che ha minacciato una causa al giornale per risarcimenti milionari.

''Abbiamo gia' incaricato un avvocato di difendere i nostri interessi'', ha detto Hoeness al quotidiano berlinese Der Tagesspiegel di domani. ''Schweinsteiger non ha mai puntato un solo euro su una qualche partita'', ha aggiunto il manager del Bayern. Anche Agostino e Lanzaat hanno negato un qualsiasi loro coinvolgimento nella nuova vicenda di corruzione, che torna a gettare ombre sinistre sul calcio tedesco a meno di tre mesi dal mondiale. Le scommesse clandestine avrebbero riguardato quattro o cinque partite di seconda e terza divisione. A tirare in ballo un giocatore della nazionale e altri nomi del campionato tedesco era stato l'altro ieri il primo canale pubblico Ard. Lo scorso anno a sconvolgere il calcio tedesco era stato uno scandalo di corruzione ben piu' grave relativo anche a partite di Coppa e che aveva visto protagonista l'arbitro Robert Hoyzer. Il giovane direttore di gara aveva ammesso di aver manipolato alcuni incontri in cambio di denaro e altri regali. Hoyzer e' stato squalificato a vita, e attende ora l'esito del ricorso alla sentenza di condanna a due anni e cinque mesi.