Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Serie B, il posticipo: Piacenza-Cremonese 2-1

Serie B, il posticipo: Piacenza-Cremonese 2-1
lunedì 27 marzo 2006, 23:342006
di Francesco Graffagnini

Sorride ai padroni di casa il posticipo della 34° giornata del torneo cadetto tra Piacenza e Cremonese.
L'avvio è tutto a favore degli ospiti che in più di un'occasione si fanno vedere dalle parti di Cassano ed è forse l'eccessivo sbilanciarsi della Cremonese a favorire alcune insidiose ripartenze dei ragazzi di Iachini, che al 40' passano con Cacia, abile a controllare bene un lancio dalla difesa.
Galvanizzati dal vantaggio, i biancorossi vanno vicini al raddoppio poco dopo con Stamilla.
L'ultimo sussulto della prima frazione di gioco però è della Cremonese con una mancata conclusione di Carparelli in area.
La ripresa comincia di nuovo con gli ospiti in avanti ma al 51' l'arbitro Racalbuto sospende la gara per 20' circa, a causa del fumo di alcuni lacrimogeni lanciati al di fuori dello stadio 'Garilli'.


Quando l'effetto lacrimogeni termina e Racalbuto decide di riprendere la gara laddove era stata sospesa arriva il pareggio della Cremonese, con Amore che insacca da due passi un pallone messo in mezzo da Rossi e passato tra più gambe e sempre Amore, dieci minuti dopo, va vicino al raddoppio con una palla messa a lato di Cassano, già battuto.
Ma è negli ultimi minuti del match che si decide il tutto: 85', Cacia entra in area e cade dopo il contatto con Dall`Igna, che poi rifila al piacentino uno schiaffo sulla testa che gli vale l'espulsione e sul corner che ne consegue Bocchetti porta in vantaggio i padroni di casa, trafiggendo Bianchi con un tocco di testa da distanza ravvicinata.
Alla luce di questo risultato gli emiliani salgono a quota 45 punti in classifica, mentre i lombardi a 28 punti restano penultimi, alle spalle soltanto il Catanzaro.