Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW A CALDO - Fiorentina, Brocchi: "Dedico il gol e la vittoria ai miei nonni"

TMW A CALDO - Fiorentina,  Brocchi: "Dedico il gol e la vittoria ai miei nonni"
domenica 19 marzo 2006, 19:572006
di Marco Frattini
fonte Luca Cellini

C'erano due tifosi particolari domenica pomeriggio sugli spalti a seguire la prova di Christian Brocchi contro l'Ascoli. "Erano i miei nonni - ha raccontato a fine partita il centrocampista viola - Si chiamano Fernando ed Anna ed è la prima volta che mi venivano a vedere dal vivo, sono molto contento per il gol e per la vittoria, se gioco al calcio è merito loro, ho passato molto tempo della mia vita con loro e gli sarò sempre grato". Cristian Brocchi poi passa ad analizzare la sofferta vittoria della sua vittoria contro l'Ascoli. "La formazione di Silva e Gianpaolo ha fatto gol al primo tiro in porta, noi stavamo tenendo in mano il pallino del gioco. Nel secondo tempo la squadra ha dimostrato di avere la forza di vincere, spirito di sacrificio e di gruppo.

Riguardo alle mie condizioni fisiche ho un problema alla caviglia, avendo rimediato una distorsione alla caviglia nella partita con la Lazio. Contro l'Ascoli è stata la prima partita dove ho sopportato di più il dolore, essendo meno intenso rispetto agli ultimi giorni, visto che anche due giorni fa mi faceva molto male. La scorsa settimana non ho lavorato in maniera differenziata, ho svolto solo il lavoro che facevano i miei compagni con un giorno di differenza. Sono contento per il gol, sapevamo che pareggiare la partita il prima possibile ci avrebbe dato maggior spinta e avrebbe sbloccato la partita. La rete mi fa felice ma sono più contento per Pazzini che ha più bisogno di me di segnare".