Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW A CALDO - Reggina, Amerini: "Pareggio giusto"

TMW A CALDO - Reggina, Amerini: "Pareggio giusto"
domenica 24 settembre 2006, 19:342006
di Claudio Cordova

Al termine della partita Reggina-Torino, il primo a presentarsi in sala stampa è il centrocampista Daniele Amerini: "Abbiamo trovato di fronte una buona squadra che ci ha messo in difficoltà con il possesso palla, però abbiamo avuto parecchie occasioni per vincere, peccato che ci sia mancata un po' di convinzione. Devo dire che comunque il pareggio è il risultato più giusto". Il centrocampista amaranto si sofferma poi sui troppi errori in fase di conclusione: "Sbagliare ci sta, nel calcio l'errore è una componente fondamentale, dato che di solito i gol arrivano su degli errori degli altri". Alla domanda se la penalizzazione stia condizionando la squadra, il mediano risponde così: "Senza penalizzazione avremmo potuto accogliere bene anche un pareggio, visto che il Torino è un'ottima squadra e ha tanti nazionali in organico, così certamente rimane l'amaro in bocca".

La Reggina ha cambiato atteggiamento tattico, presentandosi con il tridente composto da Leon-Amoruso-Bianchi: "Oggi con due punte più Leon eravamo chiaramente con un uomo in meno a centrocampo, però in questo tipo di partite è necessario anche rischiare e sacrificarsi per la causa, come hanno fatto i compagni in avanti". In conclusione Amerini, spiega la dinamica del gol di Comotto, che ha portato il risultato in pareggio: "In quell'occasione sono scesi in tanti, noi prima della partita avevamo stabilito 5-6 marcature, poi son venuti giù in 7-8 e siamo andati un po' in confusione".