Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Milan cambia pelle

Il Milan cambia pelle
mercoledì 14 marzo 2007, 09:282007
di Francesco Battaglia

Dopo la sconfitta nel Derby e visto l'enorme distacco che separa Milan e Inter (33 punti), la dirigenza rossonera si è resa conto della necessità di ricorrere pesantemente al mercato, per ridare qualità ad una squadra logora e vecchia.
Il reparto più in difficoltà, per l'età avanzata dei suoi componenti e la frequenza degl'infortuni, è la difesa: a fine stagione smetteranno o se ne andranno Costacurta,Cafù,Fiori e molto probabilmente Serginho e Maldini.
Serviranno dunque massicci investimenti per il reparto arretrato: tornerà sicuramente Marzorati, si punta molto sulla crescita fisica del giovanissimo Primavera Matteo Darmian ('89), ma soprattutto il Milan sta cercando giocatori di alto livello, su tutti il brasiliano Kleper Laveran Lima Ferreira "Pepe", roccioso difensore 24enne del Porto, fortemente consigliato da Manuel Rui Costa.


Il Derby ha anche messo in luce, per l'ennesima volta, i limiti del centrocampo del Milan: pur in superiorità numerica grazie al modulo ad una punta e nonostante le assenze di Vieira,Cambiasso e Dacourt (infortunatosi nel corso del primo tempo) la linea mediana rossonera è stata sovrastata dai centrocampisti neroazzurri. La società di Via Turati è dunque alla ricerca di giocatori in grado di ridare dinamicità e qualità alla manovra rossonera: dopo aver già bloccato il potente riminese Barusso, che arriverà però solo in caso di pieno recupero dal grave infortunio subìto a inizio stagione, il Milan segue con attenzione il fiorentino Montolivo, da molti considerato il nuovo Pirlo ed un altro giocatore del Porto, il 26 enne argentino Lucho Gonzalez.
Dall'affare Ronaldinho, invece, dipenderà il futuro del reparto avanzato rossonero: vista l'età avanzata di Inzaghi, lo scarso rendimento di Oliveira ed il mancato salto di qualità di Gilardino, anche l'attacco rossonero potrebbe venire rivoluzionato, ma spendere più di 100 milioni di euro per il solo Gaucho renderebbe difficile il rinforzare sufficientemente il reparto.