Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: Kakà prenota un figlio e le Olimpiadi di Pechino

Milan: Kakà prenota un figlio e le Olimpiadi di Pechino
giovedì 23 agosto 2007, 09:282007
di Ilario Imparato

Campione del mondo con il Brasile nel 2002, campione d'Europa con il Milan lo scorso maggio, marito da pochi mesi: a 25 anni Kaka' ha gia' conquistato tanti obiettivi, sia a livello sportivo che a livello umano, ma davanti a se' ha ancora tanti traguardi da tagliare. "Vivo di obiettivi - racconta il fuoriclasse del Milan in un'intervista al portale brasiliano 'Terra' -. Nei prossimi quattro mesi giochero' le qualificazioni ai Mondiali con il Brasile, la Supercoppa Europea e il Mondiale per club con il Milan. Poi, e' chiaro, voglio disputare un'altra Coppa del mondo e le Olimpiadi, mentre a livello personale il mio desiderio e' quello di avere dei figli". L'Olimpiade di Pechino e' quindi uno degli obiettivi di Kaka', al centro di molte polemiche per aver rifiutato la convocazione per la Coppa America a giugno. "Non ho mai partecipato a un'Olimpiade. Sfortunatamente, vista l'eta', posso entrare solo come fuoriquota.

Ma mi piacerebbe molto avere questa possibilita'". Dopo un consiglio al connazionale e nuovo compagno nel Milan, Alexandre Pato ("E' fondamentale la disciplina. Ha un talento incredibile, lo ha gia' dimostrato, ma bisognera' avere un po' di pazienza"), Kaka' ha escluso per il momento un ritorno in un club brasiliano. "Nel prossimo futuro continuero' a giocare in Europa. Ma verso la fine della mia carriera penso di tornare in Brasile. Mi piacerebbe giocare nel San Paolo, il club nel quale sono cresciuto, ma c'e' ancora molto tempo per pensarci".