Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Ascari: "Fiorentina, priorità Zapata"

Ascari: "Fiorentina, priorità Zapata"
giovedì 5 giugno 2008, 09:432008
di Germano D'Ambrosio
fonte Luca Cellini

A seguire le fasi finali dello scudetto primavera c'è in questi giorni in Abruzzo anche Eugenio Ascari. Ieri sera a Vasto abbiamo approfittato della presenza del noto procuratore, esperto di mercato, soprattutto in Sudamerica, per parlare del torneo e dei movimenti in entrata ed uscita della Fiorentina guidata da Cesare Prandelli.

Che indicazioni hai tratto da queste partite di finale dello scudetto valido per la categoria Primavera?
"Ho visto una buonissima Fiorentina di Bollini contro la Juventus, giocare in maniera molto compatta, unita e con carattere, che ha saputo sfruttare al meglio le occasioni concesse, legittimando il successo finale con chance non sfruttate, dopo un primo tempo di altissimo livello. Lepiller è sicuramente emerso come individualità, ma anche in difesa non è stato concesso niente ad un attacco, come quello della squadra di Chiarenza, che è sempre molto pericoloso. Dall'altra parte del tabellone molto bene l'Inter, ma si sapeva anche se secondo me la formazione più forte del lotto è la Sampdoria".

Come giudichi la campagna acquisti della Fiorentina, prima squadra, fino a questo momento?
"L'80% degli affari Corvino li ha chiusi, giocando d'anticipo e puntando su giocatori sicuramente validi. Credo che manchi qualcosa in termini di esterno destro, anche se so che le prime scelte sono Comotto e Revelleir, che credo arriveranno tutti e due per sostituire la partenza di Ujfalusi. Dopo essere saltata la trattativa per Barzagli, la prima scelta per il centrale difensivo da prendere, credo sia per Corvino Zapata, che però l'Udinese considera incedibile. Sono sicuro che il direttore sportivo viola possa allora pensare ad un nome affidabile ma magari non conosciuto. Corvino comunque è una garanzia".

Un'ultima battuta te la chiediamo sull'arrivo di Felipe Melo. Tu che conosci molto bene il mercato brasiliano, puoi presentarcelo?
"E' un giocatore che dopo un periodo di appannamento, dopo gli anni del Flamengo, ha trovato in questa stagione all'Almeria una continuità di rendimento importante. E' un elemento molto valido, che unisce la fase interdittiva, a quella prepositiva. E' molto bravo anche nel colpo di testa, e con quest'ultima caratteristica va a sopperire una lacuna che nè Donadel, nè Montolivo, nello scorso campionato riuscivano a coprire. Secondo me è un giocatore di sicuro avvenire".