Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carlo Zampa: "Mancano i risultati, ma la Roma è unita"

Carlo Zampa: "Mancano i risultati, ma la Roma è unita"
lunedì 15 settembre 2008, 16:252008
di Appi .
fonte IL SUSSIDIARIO.NET

Carlo Zampa, voce storica dei tifosi della Roma, ha voluto tracciare con Ilsussidiario.net la situazione dei giallorossi evidenziando i limiti di gioco ma sicuro che "il gruppo è unito e farà di tutto per superare le difficoltà".

E' vera crisi o una situazione passeggera?
"Sicuramente c'è una crisi di risultati. Abbiamo fatto un punto in 2 gare, soffrendo molto. Ci sono problemi evidenti nel gioco e nella gestione della partita. Le assenze di alcuni giocatori e il fatto che i nuovi arrivi non si siano ancora integrati al gioco dei compagni sono le cause principali. Non penso sia un problema di preparazione tecnica, ma solo psicologico".

Si vocifera che la squadra non segua Spalletti e alcuni giocatori abbiano problemi con un membro dello staff tecnico...
"Sono le solite voci che più o meno ad orologeria escono nei momenti di crisi o difficoltà della squadra. A Roma sembra che tutti siano informati di quello che accade nello spogliatoio. Ma la verità è che sono voci prive di fondamento. Lo staff tecnico è quello dello scorso anno in cui avevamo vinto lo scudetto, se non fosse stato indirizzato a Milano, il preparatore atletico è stato premiato per i risultati ottenuti. Non credo che chi ha reso la Roma competitiva anche nell'ultima stagione nel giro di 2 mesi sia diventato un problema. Lo stesso vale per Spalletti. Ritornano le sirene del Chelsea, del suo contatto in estate e del suo possibile abbandono a fine stagione. Solo voci che non aiutano certo i giocatori. Dicono anche che Riise non sia un grande acquisto e si muovono dubbi sulle potenzialità del giocatore. Ma si dimentica che fino a poche settimane fa militava titolare nel Liverpool..."

Comunque sembra ci sia stato un patto tra i giocatori per superare la situazione...
"Ne sono sicuro, anzi credo che sia più che possibile. I giocatori devono ritrovare l'entusiasmo e la coesione dello scorso anno. Ognuno di loro vuole dare il massimo per uscire da questa situazione negativa".