Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Confusione Juve. Inter in stand by. Milan, punta su Borriello

Confusione Juve. Inter in stand by. Milan, punta su Borriello
lunedì 30 giugno 2008, 00:002008
di Gianfranco De Laurentiis
Nato a Roma il 13 Gennaio del 1939 è tra i volti più conosciuti di Rai Sport, dove ha condotto: "Domenica Sportiva", "Dribbling", "Stadio Sprint", "Europei 2000". Entra in Rai nel 1972 dopo una breve esperienza presso "Il Corriere della Sera".

Evidentemente non è ancora stata presa una decisione precisa. C'è confusione intorno alla Juventus, e lo testimoniano i nomi che quotidianamente si alternano tra quotidiani ed organi di informazione vari: Schweinsteiger, Stankovic Xabi Alonso... Tre giocatori per lo stesso reparto, ma sui quali occorre fare qualche valutazione. L'elemento imprescindibile è lo spagnolo, che per caratteristiche si differenzia in maniera sostanziale dagli altri due. Per intenderci, con il centrocampista del Liverpool ci potrebbe stare una coesistenza nello stesso centrocampo anche con uno degli altri, mentre l'interista ed il tedesco avrebbero caratteristiche incompatibili per poter rendere al meglio. In ogni caso ogni valutazione spetta a Ranieri, molte squadre giocano senza regista, ma avendo Nedved sempre disponibile, altri due incursori non mi sembrano la soluzione più azzeccata.
Dunque si parla di valutazioni che vanno al di là di bravura del singolo giocatore piuttosto che adattabilità o costo. Stesso discorso per quanto riguarda l'attacco, dove mi sembra che si parli con una leggerezza eccessiva del possibile addio di Iaquinta. Giovinco non ha le caratteristiche giuste per poterlo eventualmente sostituire, e quello del calabrese è un sacrificio che avallerei solo se si dovesse arrivare ad Aquilani.


La situazione di maggiore stand by è quella dell'Inter, anche se pare che qualcosa si sia iniziato a muovere. Quaresma è un nome che va e che viene, un giorno è vicino, un giorno costa troppo, l'altro torna d'attualità. Di certo è ciò che Mourinho ha chiesto, dunque trovo giusto insistere su questo tipo di obiettivo, anche se il progetto non è ancora molto chiaro. La difesa ad esempio ha solo tre titolari potenziali, visto che l'elemento di maggiore adattabilità ,Chivu, sarà alle prese con la riabilitazione dell'intervento alla spalla: si parla di tre mesi. Io non escluderei un acquisto anche in quel reparto.
Capitolo Milan: questo ritorno di fiamma per Ronaldinho non riesco a valutarlo, andando dal pre-elettorale ad oggi se ne sono sentite di tutti i colori sull'argomento. Io mi sento solo di dare un consiglio ad Ancelotti: punta su Borriello, inspiegabilmente considerato ancora un giovane quando è un giocatore di 26 anni nel pieno della sua maturità calcistica. Potrebbe essere lui il centravanti che si sta cercando per mezza Europa.