Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

De Giorgis: "Mancini resta all'Inter al 100%"

De Giorgis: "Mancini resta all'Inter al 100%"
mercoledì 21 maggio 2008, 06:452008
di Appi .
fonte Radio Radio - ilreca.it

Poche ore al verdetto, poche ore all'incontro, poche ore per sapere chi siederà sulla panchina nerazzurra nella prossima stagione. Il tecnico tre volte Campione d'Italia, Roberto Mancini, non ha intenzione di lasciare l'Inter e Massimo Moratti, Presidente del club nerazzurro, non vuole lasciarlo partire, ma, nelle storie d'amore più belle c'è sempre un ma, devono chiarire alcuni loro pensieri e alcuni loro dubbi, per poi ripartire alla ricerca di quel trofeo che entrambi vogliono conquistare, la Champions League. Si parleranno, discuteranno, ma c'è aria d'intesa, come ha dichiarato l'agente del "Mancio", Giorgio De Giorgis, a Radio Radio: "Credo che sia molto in sintonia con il Presidente Moratti. Che percentuale c'è che resti? Cento per cento. Mi sorprenderebbe molto se andasse via, ma non credo che accadrà. Non ha problemi con nessuno, fatta eccezione, ed è evidente, per il medico della società. Problemi con il Presidente non ce ne sono e tutti, all'Inter, remana dalla stessa parte". E' la settimana delle percentuali, da De Giorgis a Paolillo passando per Oriali. Il destino del tecnico di Jesi, dell'Inter, di Mourinho o di chi per lui, è legato ad una semplice chiacchierata. Quali gli argomenti? Non si discuterà di Figo o Adriano, il tecnico è disposto ad allenare tutti, ma tutti devono seguire il tecnico.

Tutti, proprio tutti, anche il nemico-amico Dottor Combi. Qui la faccenda potrebbe complicarsi anche se da indiscrezioni, un'eventuale cambio ruolo, chiamiamola promozione, del Dottore, potrebbe mettere tutti d'accordo. Prima di parlare di calciomercato, si dovrà slegare questo nodo e aspettare la finale di Coppa Italia. I primi segnali portano ad un chiaro rafforzamento a centrocampo: Lampard. Il calciatore, da tutti dichiarato primo obiettivo di Mourinho, è in realtà quel famoso centrocampista centrale che Mancini chiede da Aprile 2007. Un segnale, l'ennesimo segnale di un riavvicinarsi tra le parti. Ma non è finita qui. Il bielorusso Hleb, che da voci inglesi potrebbe essere a Milano la prossima settimana, potrebbe essere il primo colpo ufficiale del mercato "manciniano", visto che il calciatore piace da sempre al mister neo Campione d'Italia che lo avrebbe segnalato agli incaricati dell'area mercato nerazzurro. Ancora poche ore e il rebus sarà risolto.