Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Foggia, il futuro è adesso

Foggia, il futuro è adesso
sabato 7 giugno 2008, 12:212008
di Mario Ciampi

Il d-day rossonero, il giorno delle decisioni è stato fissato: lunedi 9 giugno l'U.S. Foggia inizierà a sciogliere i primi nodi, tecnici e non solo. La settimana prossima farà tappa nel capoluogo dauno Filippo Fusco, il "virtuale" (per ora) responsabile delll'area tecnica rossonera il quale, come primo passo, dovrà scegliere l'allenatore al quale affidare le chiavi della squadra; imbastire una trattativa che concretizzi il ritorno di Fabio Pecchia (legato al Frosinone fino al 30 giugno) in maglia rossonera, se di trattativa reale ce ne fosse bisogno, visto l'idillio esistente tra le parti e, in simbiosi con il futuro tecnico, allestire quella che dovrà essere la rosa del prossimo anno. A proposito di allenatore: i nomi ormai li conoscono a memoria anche i muri ma, dovendo scegliere, allo stato dei fatti Simonelli, Vullo (attualmente in finale playoff col Real Marcianise), Pea (Sampdoria primavera) e Pala (Atalanta primavera) restano i quattro candidati più accreditati.

Ma non si escludono sorprese dell'ultim'ora.
E se, da una parte, il buon Fusco avrà il suo bel da fare, dall'altra anche il diggì Francavilla non resterà con le mani in mano: risoluzione delle comproprietà in essere entro il 20 giugno onde evitare le buste (è di ieri la notizia della prima chiacchierata tra Avellino e Foggia per Salgado), rinnovo del contratto a quei calciatori in scadenza che rientrano nei piani societari (Colombaretti, Giordano, Mancino, Russo e Zanetti) e sfoltimento della rosa attuale. Tutto questo, com'è normale che sia, in piena sintonia con lo staff tecnico.