Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Foggia, il riassunto della settimana

Foggia, il riassunto della settimana
sabato 21 giugno 2008, 19:502008
di Mario Ciampi

E' stata una settimana importante, quella appena trascorsa, in casa Foggia. Presentati ufficialmente il nuovo allenatore, Raffaele Novelli (non senza qualche perplessità di qualche tifoso..) ed il responsabile dell'area tecnica, Filippo Fusco, la stessa società di Via Napoli ha iniziato a gettare le basi per quel che sarà il Foggia versione 2008/09.
Partiamo dai calciatori in scadenza di contratto a giugno: Fusco, sulla base del "salary cup" che verrà adottato da Capobianco e soci, ha chiesto ai vari Mora, Giordano, Colombaretti e Russo un "sacrificio", proponendo loro un rinnovo su base biennale ma con una diminuizione dell'attuale ingaggio percepito. Risposta: Giordano ha salutato la compagnia, Mora quasi, Biancone non rientra proprio nei piani di Novelli mentre margini di dialogo ci sono, attualmente, soltanto con Colombaretti e Russo, entrambi stimati da società e tecnico. Tuttavia, la settimana prossima si saprà con certezza se resteranno o meno a Foggia.
Poi sarà la volta delle comproprietà: Del Core tornerà al Catania e farà risparmiare un bel pò di soldini al Foggia, Plasmati (a metà col Catania) è richiestissimo da Salernitana e Crotone mentre il cileno Salgado dovrebbe essere riscattato dall'Avellino (in grossa crisi societaria) e poi, causa ingaggio oneroso e ambizioni, ceduto a qualche club di B o all'estero.
Discorso a parte per Coletti, Rinaldi e Di Roberto: i tre sono sotto contratto ed hanno mercato. Geppy Rinaldi è ufficialmente incedibile salvo un'offerta "irrinunciabile" che potrebbe far cambiare idea al sodalizio rossonero; l'esterno napoletano ha invece mezza serie A a fargli la corte (su tutte il Lecce, soluzione gradita al calciatore), compreso qualche club di B (Brescia in pole); dovrebbe restare invece Coletti, nonostante le lusinghe del Pescara, che però vorrebbe un prolungamento del contratto. Si vedrà.

Per quanto riguarda Zanetti, l'obiettivo è quello di trattenerlo e ripartire con lui come perno centrale della difesa, ma anche qui bisognerà guardarsi intorno perchè il difensore di Forlimpopoli fa gola a parecchi (Pescara su tutte).
Riscattato e prolungato il contratto dell'estroso Mancino e dichiarato incedibile Mounard, già salutati Ignoffo (Benevento) e Giordano (Benevento o qualcun'altra di C), andranno via De Paula (Chievo) ed Agazzi (Trieste) per fine prestito, Antonio Esposito (verso Pagani), i portieri Castelli e Cavaliere ed il terzino Groppi mentre potrebbero essere confermati Arno e D'Amico, entrambi sotto contratto, conoscitori del 4-3-3 e vogliosi di riscatto, soprattutto il centrocampista, dopo una stagione-no. Diverso il discorso per Ivan Tisci: il 33enne genovese, reduce da una stagione in chiaroscuro, è vincolato al Foggia per altri due anni e, oltre ad avere un ingaggio elevato, attualemente non ha mercato. E' questo è un problema.
Nessuna novità invece, sul mercato in entrata: l'obiettivo della dirigenza è quello di creare la "spina dorsale" della squadra, ovvero portiere (il dodicesimo sarà Liccardi), difensore, Pecchia e bomber vero. Il brasiliano Zàppino del Frosinone è tra i portieri che potrebbero fare al caso del Foggia (ma non è il solo...), mentre è mistero sui nomi che il diesse Fusco sta evidenziando sul suo taccuino personale. "Abbiamo tanti nomi al vaglio, gente di livello; ma noi abbiamo un budget da rispettare e loro devono avere la personalità giusta per poter vivere questa piazza. Il mercato è appena iniziato, non c'è fretta", le parole del factotum rossonero.
Smentiti dallo stesso Fusco gli interessi per il portiere Chiodini del Frosinone ed il mediano Emerson del Taranto, difficile arrivare a Migliaccio (è blindato dal Taranto) ed Agnelli (il Benevento non vuole cederlo, per ora), la prossima settimana sarà quella delle conferme e delle trattative importanti, che la dirigenza rossonera ha comunque iniziato, in gran segreto e senza far rumore, ad imbastire.