Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Giovinco: "Già mi vedo alla Juve..."

Giovinco: "Già mi vedo alla Juve..."
martedì 6 maggio 2008, 11:562008
di Germano D'Ambrosio
fonte Luca Cellini

Sebastian Giovinco è stato premiato ieri sera, nell'ambito della presentazione del torneo giovanile dedicato a Niccolò Galli, figlio del portiere ex Milan e Fiorentina Giovanni Galli, quale "Miglior giocatore dell'anno". Il talentuoso fantasista dell'Empoli ha parlato del momento della squadra azzurra, non trascurando di soffermarsi sul suo probabile futuro in maglia bianconera. "Ieri ho fallito un rigore pesante ma la responsabilità è della squadra perché siamo uniti in questo momento di difficoltà - ha esordito Giovinco tornando sul penalty da lui fallito contro l'Udinese domenica pomeriggio ad Empoli -. Pensare che in allenamento li segnavo tutti, ma la partita è un'altra cosa. Handanovic ha fatto ottime parate, siamo stati sfortunati ma la colpa è nostra. Ci aspettano le ultime due partite difficilissime ma tutto dipende da noi.

Come Empoli non possiamo più sbagliare, pur giocando bene. Ma nel calcio conta vincere, servirà più cattiveria, le nostre chance di salvezza non cambiano nonostante la sconfitta con l'Udinese". "Se chiudo gli occhi mi immagino in maglia della Juventus il prossimo anno - ha concluso Giovinco -. Il ritorno in Champions della squadra di Ranieri è il frutto di una stagione in cui hanno ottenuto risultati straordinari, spero di rientrare a Torino e giocarmi le mie chance. Prima però ho un altro sogno da realizzare, giocare le Olimpiadi con la maglia azzurra e vincere una medaglia. Una competizione come quella olimpica vale una carriera e se ne avrò la possibilità vorrei giocarmela al massimo"