Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Secolo XIX - Genoa, alla ricerca di un'alternativa a Milito

Il Secolo XIX - Genoa, alla ricerca di un'alternativa a MilitoTUTTO mercato WEB
mercoledì 29 ottobre 2008, 11:062008
di Stefano Sica

Favole in giro per l'Europa, c'è l'Hull City che sorprende in Inghilterra e l'Hoffenheim che meraviglia in Germania. Il Genoa vuol essere favola italiana: Preziosi chiarisce che «non è Cenerentola», il Principe non manca (neanche oggi, stringendo i denti sarà al centro dell'attacco). Come continua la storia? Thiago Motta: «Avanti compañeros, guai a sedersi, sotto con il Cagliari e conquistiamoci tre punti che potrebbero lanciarci in classifica». Essere (grandi) o non essere (grandi), la settimana può dare risposte: «È un'occasione, è la partita della conferma - afferma Gian Piero Gasperini - con una vittoria potremmo consolidare una bella classifica». E con quella andare a sfidare l'Udinese, unico avversario ancora da affrontare tra quelli che precedono. Dato non da poco, per chi vuole stare nel club delle big. Quelle che, dopo il pari di San Siro, si sono accorte del Grifone e lusingano il tecnico di Grugliasco. Il quale raccoglie i complimenti, li gira ai giocatori e aggiunge: «Il Genoa è già la mia grande squadra, qui sto bene e si può lavorare al meglio, ci sono margini per crescere ancora, insieme».

Mourinho si è complimentato con i rossoblù, definiti squadra con cui fare i conti. Gasperini alza le sopracciglia e ride: «In Coppa Italia, magari... Io questa frase non l'ho sentita, mi sembra esagerato... Pensiamo al Cagliari, squadra agile, con attaccanti di valore come Jeda e Acquafresca. Abbiamo acciacchi e difficoltà di organico, serve la giusta mentalità». Cagliari sia, sebbene con un occhio all'Udinese.

Al Friuli servirà la difesa a 4 contro il tridente veloce dei friulani e, anche per questo, Criscito e Biava potrebbero riposare. Contro il 4-3-1-2 sardo, il Grifone riveste il 3-4-3. Davanti dovrebbe tornare Gasbarroni (in lizza con Jankovic), dietro Bocchetti, mentre Gasperini medita di mescolare i tasselli di centrocampo: Mesto in versione zambrottiana può andare a sinistra, Rossi e Vanden Borre sono interscambiabili ma il capitano, come con il Napoli, potrebbe all'inizio posizionarsi al centro. E poi Thiago Motta, mister personalità: «Ovvio che ce l'abbia, è uno che ha giocato con Brasile e Barcellona. Se non avrà problemi, farà il suo; giocando si trova il ritmo».

Il brasiliano è l'ultimo acquisto estivo, per coltivare ambizioni può servire anche gennaio. Preziosi ha detto a Primocanale: «Se sarà il caso, potremmo cercare una prima punta come alternativa a Milito». Ieri radiomercato ha tirato fuori Julio Cruz, 34 anni, che con Mourinho non si trova ed è stato "epurato" per la gara di Firenze. Ma il discorso pare simile a quello per Owen, definito «una bufala». Grifone orientato su giocatori di tipo diverso, più giovani, per il futuro (ad esempio, c'è Vincenzo Rennella, 20 anni, in prestito al Lugano). E, a gennaio, l'alternativa a Milito - non un partner - potrebbe essere piuttosto un uomo di minor "lignaggio", un tipo alla Stellone. Oppure potrebbe non servire.

Preziosi dice «se sarà il caso», Gasperini attende Olivera: «Speriamo di riaverlo con noi con la Reggina». Quando ci sarà nuovamente Palladino, altro uomo capace di agire da centravanti. Come, all'occorrenza, Jankovic: «Una soluzione, in emergenza», dice l'allenatore. Gasperini "l'inventa-ruoli" potrebbe utilizzare il fantasista serbo alla Totti, forse anche col Cagliari, quando Milito avrà dato tutto. Sempre che quel momento non sia, spesso accade con il Principe, al novantesimo. «Si allena - sorride Gasperini - ha sempre voglia di giocare». Vale per tutto il Genoa, che contro il Cagliari cerca posto tra le grandi. Come dice Thiago Motta: «Avanti compañeros».