Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Repubblica - Inter, il discorso del Mancio

Repubblica - Inter, il discorso del Mancio
martedì 13 maggio 2008, 09:072008
di Gianluigi Longari

Inter, spogliatoio a pezzi: Mancini rischia l'addio.
I big (Figo, Crespo, Vieira e Ibra) contro il tecnico: torna l'ombra di Mourinho, ma occhio a Prandelli vecchio pallino di Moratti.
Giocatori in silenzio stampa, si prova a recuperare in extremis Ibrahimovic.
Ecco il discorso fatto da Mancini nello spogliatoio dopo il 2-2 col Siena: "Abbiamo sbagliato tutto, giocando senza testa. Per esempio, tu Marco, quel rigore non dovevi tirarlo. Toccava a Cruz, le regole bisogna rispettarle. Ma non sei stato l'unico a sbagliare, neanche gli altri hanno fatto quello che dovevano.

Adesso però è inutile parlarne, iniziamo a concentrarci per domenica prossima. D'ora in poi niente scuse. C'è un'altra partita, l'ultima e quella non possiamo proprio sbagliarla. A martedì".
Non una replica, non un sussurro alle parole del tecnico. Materazzi rimane quasi tre quarti d'ora seduto al suo posto, in silenzio con la testa fra le mani prima di salire al piano di sopra per l'antidoping. Attorno a lui tutti tacciono, attoniti ed increduli.