Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, la conferenza stampa di Del Piero

Juventus, la conferenza stampa di Del Piero TUTTO mercato WEB
martedì 16 settembre 2008, 21:222008
di Appi .
fonte di Rizzitano per NESTI CHANNEL - carlonesti.it

Le prime parole di Alessandro Del Piero: "Conosco bene lo Zenit, ho seguito la finale di Coppa Uefa e di Supercoppa. Ha giocatori di grande tecnica individuale. Il calcio russo sta uscendo decisamente allo scoperto. Cosa provo in questo momento? E' una sensazione forte, piacevole. La partecipazione alla Champions per noi significa tantissimo e giocare questa competizione è sempre un'esperienza straordinaria. Da dove riparte la Juve? C'è curiosità, molto è cambiato rispetto a due anni fa, ma non partiamo da zero. Sfrutteremo l'esperienza, saranno partite combattutissime con tutti i nostri avversari". Le parole di Ranieri e Del Piero, intanto, vengono tradotte in inglese e russo per i giornalisti stranieri.

Come vive Del Piero l'attesa di questo match? "Sono emozionato, carico ed entusiasta. In questo tipo di partite bisogna essere pronti a tutto. Lo Zenit, come diceva Ranieri, non è certamente una squadra da terza fascia. Grinta, combattività, fortuna e determinazione saranno le nostre armi per cercare di vincere".
Del Piero è stuzzicato sui tre minuti in campo contro l'Udinese. Alex risponde con un grosso sorriso e molta ironia: "Ho dato tutto..." (risate sue e in sala stampa). Ranieri si sente chiamato in causa e precisa: "Del Piero è un giocatore di valore straordinario. Nel nostro club è sui livelli di Charles, Sivori e Boniperti. Un mito bianconero, che ho la fortuna di avere oggi a disposizione".