Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

La rabbia del Pescara: ricorso civile contro il Martina

La rabbia del Pescara: ricorso civile contro il Martina
lunedì 5 maggio 2008, 22:162008
di Stefano Sica

La decisione del Martina di non scendere in campo ieri con il Perugia non è andata giù al Pescara. Ed a giusta ragione, visto che saranno proprio i grifoni, grazie alla vittoria a tavolino, a disputare i play off promozione in luogo degli abruzzesi e dell'Arezzo, nonostante le tre squadre siano arrivate a pari punti. In serata il club di Soglia ha diramato un comunicato nel quale preannuncia un ricorso in sede civile contro il Martina. "La PESCARA CALCIO SpA è, senza ombra di dubbio, la Società del "girone B" del Campionato Nazionale di Serie C1, più penalizzata dalla forma di protesta del Martina. In verità non riusciamo a comprendere quale sia stato il reale obbiettivo della consorella società Martina se non quello di agevolare la società del Perugia attraverso la c.d.

"vittoria a tavolino".
Avendo sempre rispettato le decisioni della Giustizia Sportiva, anche non favorevoli, non possiamo non domandarci come sia possibile adottare una simile forma di protesta che altri effetti non poteva avere se non quello ottenuto e sancito oggi dal Giudice Sportivo.
Per tali ragioni, oltre ad avere già attivato gli Organi Federali per i necessari approfondimenti e provvedimenti consequenziali di competenza, la Pescara Calcio Spa ha inoltrato formale richiesta di autorizzazione al Presidente della F.I.G.C., dott. Giancarlo Abete, per agire, in sede civile, contro la società Martina al fine di ottenere il giusto risarcimento del danno patrimoniale subito dalla società per la mancata presentazione della squadra alla gara "Martina - Perugia" di ieri 04 maggio 2008.
Un atto dovuto e necessario per la tutela patrimoniale della società Pescara Calcio Spa e per la tutela della dignità e della sportività della città di Pescara tutta".