Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, Rossi: "A Milano non per fare la vittima sacrificale"

Lazio, Rossi: "A Milano non per fare la vittima sacrificale"TUTTO mercato WEB
venerdì 19 settembre 2008, 14:232008
di Redazione Lazio - Alessandro Zappulla
fonte lalaziosiamonoi.it

Delio Rossi suona la carica e ai margini della presentazione della Lazio Volley il mister parla della sua Lazio e dell'ostacolo rossonero:

Mister, partita emozionante in un inedito testacoda a San Siro e poi dopo il successo del Milan in Coppa Uefa...
"Il Milan è una squadra che ha orgoglio e qualità. All'inizio del campionato poi non ha nascosto che il suo obiettivo è vincere il campionato. Noi dobbiamo vivere alla giornata e Milano sarà un test importante sia per vedere a che punto stiamo e sia per valutare di che pasta siamo fatti"

Zarate sta incantando con le sue giocate, eppure all'inizio c'è stato molto scetticismo su di lui...
"Mauro è un ragazzo molto giovane, che ha mostrato le sue doti sin dai primi giorni di ritiro ad Auronzo. Lui viene da un campionato diverso ed ha affrontato una preparazione dura. Però mi piace, perché ha mostrato carattere, si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa e vorrei che anche altri facessero come lui..."

Come si affronta il Milan?
"Io vorrei una Lazio che vada a S. Siro con due caratteristiche fondamentali: una grandissima umiltà ed un gran coraggio, perché se si va a fare la vittima sacrificale significa che non siamo ancora pronti..."

Mister Rossi, alla Champions la Lazio ci crede?
"No, viviamo alla giornata. E' giusto che la gente sogni, l'entusiasmo poi ci aiuta a crescere, ma dobbiamo lavorare molto. Dobbiamo migliorarci..."