Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Pagliuca: "Avevo offerte da categorie inferiori, ma..."

Pagliuca: "Avevo offerte da categorie inferiori, ma..."TUTTO mercato WEB
giovedì 25 settembre 2008, 11:052008
di Tommaso Veneri
fonte it.eurosport.yahoo.com

L'ex portiere, Gianluca Pagliuca, ha fatto il punto sul proprio futuro e sulle nuove leve, con particolare riferimento ai portieri di serie B. "Mi sono allenato fino al 30 marzo, poi è scaduto il termine per il tesseramento dei giocatori svincolati e ho deciso di ritirarmi. Mi erano arrivate offerte da squadre di categorie inferiori, ma non me la sono sentita e ho deciso di non accettarle. Sarei tornato a giocare solo in serie A". L'ultima possibilità era quella di un ritorno all'Inter come vice di Julio Cesar: "C'era stato un contatto l'anno scorso quando Toldo era richiesto da qualche club spagnolo. Poi alla fine è rimasto e non se ne è fatto niente". In futuro Pagliuca sogna di diventare un grande allenatore: "Ho già fatto un corso di seconda categoria per la Lega Pro, tra un mese penso di fare un master per poter allenare anche in serie A. Mi piacerebbe andare in una società seria e con prospettive interessanti. Però mi rendo conto che da allenatore dovrei ripartire da zero e non sarà facile arrivare a certi livelli".

Non gli dispiacerebbe affatto finire sulla panchina dell'Inter o magari su quella del Bologna, squadre a cui è affettivamente molto legato. "L'Inter - sostiene Pagliuca - è la più forte del campionato. E' presto per dire se sarà la Juventus la sua contendente per il titolo, possono recuperare anche Roma e Milan". Da uno che di parate se ne intende, arriva una sentenza allarmante per quanto riguarda la nuova generazione dei portieri italiani. Un movimento sempre più in crisi: "Di portieri interessanti ce ne sono pochi, in B pochini - ammette Pagliuca - . La settimana scorsa ho visto Agliardi e non mi è piaciuto, l'unico che mi sembra un buon portiere e che possa fare una bella carriera è Viviano. Certi portieri purtroppo hanno l'handicap di giocare in una squadra italiana e di costare troppo. A certe cifre non li prende nessuno".