Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, Spalletti: "Su di me solo cattiverie"

Roma, Spalletti: "Su di me solo cattiverie"
lunedì 9 giugno 2008, 11:422008
di Gianluigi Longari
fonte LaRomasiamonoi

Luciano Spalletti chiarisce la sua posizione ai microfoni di Sky Sport, riguardo le voci che lo vorrebbero al Chelsea: "Due giorni fa non ero pronto per andare al Chelsea perchè non sapevo l'inglese o addirittura perchè non mi ritenevo all'altezza. Due giorni dopo, si è detto che sarei in attesa di una loro chiamata e che avrei già contattato uno dei calciatori migliori della Roma per portarlo insieme a me. Queste, l'ultima soprattutto, sono assolute cattiverie. La verità effettiva è che io non ho ricevuto nessuna proposta contrattuale da parte di nessuna società, tantomeno da un club come il Chelsea. Ancelotti ha detto che dovrei andare al Chelsea? L'ho letto. Mi sembra che abbia scherzato, però Carletto è un bel volpino in questo senso. Oltre a prepararsi per un eventuale posizione futura per se, tenta di trovare una collocazione anche a me. Io non posso fare altrettanto perchè io nel Milan non ci ho mai giocato. Però quando andrò via dalla Roma, il Milan lo accetterei volentieri, piacerebbe anche a me". Capitolo mercato.

Spalletti ha già incontrato la società: "Con la mia proprietà ho parlato l'ultima volta dieci giorni fa, negli ultimi due o tre giorni ho parlato solo con Bruno Conti e Pradè. Stiamo continuando a lavorare sul nostro progetto. Pradè sta prendendo i contatti aiutato da Conti, io partecipo in modo più marginale. Sull'eventuale mercato bisognerà fare chiarezza sulla nostra posizione perché nello scorso campionato abbiamo messo dietro squadre come la Juventus ed il Milan e non era assolutamente una regola che ci riuscissimo. E soprattutto non lo sarà il prossimo anno considerando quello che stanno facendo queste squadre per il futuro visto che sono su dei giocatori importantissimi. Noi abbiamo la nostra realtà, la mia è una squadra forte e sono sicuro che rifaremo un bel campionato. Aquilani? Noi lo vogliamo tenere per tentare di migliorare sempre. Aquilani è un giocatore giovane ma ha delle potenzialità infinite. Vorremmo che le sue qualità fossero messe a disposizione della Roma. Sarebbe un valore aggiunto".