Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Strip-tease e sigarette, Carew e Galles nel mirino

Strip-tease e sigarette, Carew e Galles nel mirino
sabato 25 ottobre 2008, 19:292008
di Alessandro Lugli
fonte www.gazzetta.it

Una sigaretta e un'uscita proibita rischiano di costare caro a William Gallas e John Carew, che si dividono oggi le prime pagine di molti tabloid dell'isola: il primo, per via di una foto che lo ritrae con una sigaretta in bocca mentre è alla guida della sua auto e in procinto di lasciare un locale del West End londinese e il secondo per aver rotto il coprifuoco ed essersi fatto beccare fuori da uno strip club di Birmingham la mattina della partita di Coppa Uefa fra Aston Villa ed Ajax.

BIONDA - Ma andiamo con ordine, partendo dal capitano dell'Arsenal, che con quella "bionda", seppur spenta, fra le labbra ha fatto letteralmente infuriare Arsene Wenger, che non tollera che i calciatori (men che meno i suoi) fumino, considerandolo di pessimo esempio per i ragazzi. "Gallas ha delle precise responsabilità, a maggior ragione visto che è capitano - ha tuonato l'allenatore dei Gunners su Sun e Guardian - e trovo inaccettabile che fumi. Prima di prendere provvedimenti, però, voglio parlare con lui e valutare l'autenticità della foto, anche se sono benissimo che ci sono fumatori e fumatori e che c'è stato qualche mio giocatore capace di far fuori anche 40 sigarette al giorno". Ma questo era il passato. Un passato che, peraltro, ha visto pure Wenger cedere al vizio. "Ho fumato anche io, ma mai tanto e, soprattutto, mai quando giocavo. In seguito, quando ho cominciato ad allenare, mi facevo una sigaretta ogni tanto, perché me la dava qualcuno dei miei assistenti. Del resto, in Francia fumano tutti". Ma all'Arsenal no.

NOTTE BRAVA - E mentre Wenger aspetta di sentire la versione di Gallas sulla "bionda" con cui è stato immortalato, il suo collega dell'Aston Villa, Martin O'Neill, è in attesa di delucidazioni dal norvegese Carew sulla presunta "notte brava" di mercoledì scorso in un locale di spogliarello di Birmingham. A detta di alcuni giornali, fra cui Daily Mail e Daily Star, l'attaccante sarebbe stato, infatti, visto uscire dal "Rocket Club" in Broad Street da alcuni tifosi del Villa nelle prime ore di giovedì mattina (ovvero, lo stesso giorno della supersfida di Coppa Uefa contro l'Ajax, vinta dalla squadra di casa per 2 a 1).

STANCHEZZA - Per la verità, Carew non ha preso parte alla gara di Coppa ma, contrariamente a quanto scritto su alcuni forum di tifosi, il motivo sarebbe stato esclusivamente fisico - visto che in allenamento il giocatore aveva lamentato una grande stanchezza (anche se i successivi esami del sangue non hanno rilevato nulla di strano) - e non già di carattere disciplinare. Solo in seguito, infatti, e dopo le numerose segnalazioni dei tifosi dell'Aston Villa, O'Neill avrebbe deciso di indagare sulla presunta uscita non regolamentare del suo giocatore. Uno strappo al coprifuoco che, se confermato, potrebbe portare ad una forte multa: si parla di due settimane di stipendio, ovvero un centinaio di migliaia di sterline, visto che l'attaccante ha appena firmato un contratto da 50.000 sterline a settimana (oltre 63.000 euro).