Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW A CALDO - Brescia-Ascoli, la voce dei protagonisti

TMW A CALDO - Brescia-Ascoli, la voce dei protagonisti
sabato 10 maggio 2008, 20:212008
di Germano D'Ambrosio
fonte Alessandro Pironti

I 3.416 spettatori paganti non hanno probabilmente creduto ai loro occhi dinnanzi ad una disfatta della squadra locale, sconfitta per quattro reti a zero da un Ascoli che non ha più nulla da chiedere a un campionato di metà classifica che ormai la esclude dalla lotta per il raggiungimento dei play-off. Rondinelle mai in partita in una gara che vede andare in rete per gli ospiti Severino, Belinghieri e Pesce, autore di una doppietta sebbene sia entrato in campo solo al ventinovesimo della ripresa.

BRESCIA

Il capitano del Brescia, Marius Stankevicius: "Difficile essere capitano di un Brescia così? Io non vorrei mettere la fascia, da troppe responsabilità. Oggi dovevamo dare tutti di più, direi che l'Ascoli stava sicuramente meglio di noi mentalmente. Noi dopo la prima rete abbiamo cercato di cambiare, di spingere, invece non abbiamo fatto altro che subire altri gol. Io meglio da centrocampista che da terzino? Sì, forse potrei fare meglio in quel ruolo, ma prima di tutto devo trovare io una maggiore continuità".

L'allenatore del Brescia, Serse Cosmi: Forse la squadra ha inconsapevolmente staccato la spina e abbiamo fatto questa brutta figura. Dopo una prestazione simile non ha senso fare discorsi tattici, penso che in casi come questo la colpa ricada tutta sul tecnico e io me ne assumo tutte le responsabilità. I ragazzi non lo dicono, però hanno i nervi a pezzi, a questo punto sarà il caso di impiegare maggiormente qualche giovane come Scaglia, piuttosto che altri come Dallamano, che ha mostrato grosse difficoltà. Nelle ultime giornate abbiamo provato tutto e tutti in attacco: l'obiettivo è quello di trovare il modo migliore per sopperire all'assenza di Possanzini, giocatore fondamentale".

ASCOLI

L'attaccante dell'Ascoli, Simone Pesce: La squadra sta molto bene, veniamo da un bel momento, non abbiamo più niente da chiedere a questo campionato, quindi giochiamo serenamente. Ascoli è una piazza esigente, ci porta a dare sempre il massimo. Fossi un giocatore del Brescia non sarei poi molto preoccupato, perché loro ormai stanno lavorando per i play-off".

L'allenatore dell'Ascoli, Ivo Iaconi: "Abbiamo mostrato le nostre qualità davanti a un Brescia che è incappato in una giornata sfortunata, ma per loro comunque non cambia molto. All'andata noi perdemmo e fu un bivio importante per il nostro cammino di crescita, abbiamo dei ragazzi come Guberti che ora sono pronti. La mia squadra potrebbe valere i play-off, però dovevamo crescere sotto l'aspetto della fiducia, dato che abbiamo fatto anche partite molto brutte come contro Treviso e Grosseto, forse è proprio lì che abbiamo perso la qualificazione ai play-off, traguardo che a inizio stagione sembrava una chimera. Ormai siamo però pronti per il prossimo anno, anche se immagino che alcuni andranno via, ad esempio Guberti, al quale non possiamo precludere la possibilità di andare a un club di Serie A. L'importante è che poi non siano troppi a partire".