Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW A CALDO - Inter-Anorthosis, la voce dei protagonisti

TMW A CALDO - Inter-Anorthosis, la voce dei protagonisti
giovedì 23 ottobre 2008, 00:232008
di Dario Cesuti

Un gol di Adriano basta all'Inter per superare i ciprioti dell'Anorthosis Famagosta e prendere la vetta in solitario del gruppo B di Champions League con 7 punti. Inizio scoppiettante, con Maicon che sul corner di Mancini non approfitta dell'uscita sconsiderata di Beqai e di testa non trova la porta. Non si fa attendere la risposta dell'Anorthosis e Toldo, schierato tra i pali al posto di Julio Cesar, deve volare per respingere il missile su punizione di Dellas. Ma è l'Inter a fare la partita e nel primo quarto d'ora i nerazzurri sciupano due ghiotte occasioni per sbloccare il risultato con Muntari e Adriano. Il brasiliano, tuttavia, si riscatta sul finire del primo tempo girando in rete con un preciso colpo di testa il traversone di Maicon. La ripresa si apre con un brivido per l'Inter, che rischia subito la capitolazione sul colpo di testa ravvicinato di Katsavakis, ma la palla sorvola di poco la traversa. Poi si contano solo occasioni per i nerazzurri, che sfiorano a più riprese il colpo del ko. Clamorosa è l'occasione divorata da Ibrahimovic, che al minuto 68 calcia fuori di esterno destro dopo essersi trovato a tu per tu con il portiere. Nel finale è Cruz, da poco subentrato ad Adriano, a sfiorare il bersaglio con un rasoterra velenoso dal limite. L'Inter deve soffrire fino alla fine, anche se per la verità non corre mai il rischio di venire raggiunta, prima di portare a casa un prezioso successo che, se bissato tra due settimane a Cipro, vorrebbe dire qualificazione agli ottavi con due giornate di anticipo.

INTER

L'allenatore Josè Mourinho: "Non mi va di parlare di tattica, per me è più importante la testa. Oggi era importante vincere per andare in testa da soli alla classifica. Facciamo sempre fatica contro le squadre che vengono qui a difendersi, ma anche oggi abbiamo creato tanto. In Champions è così: le squadre in trasferta badano soprattutto a difendersi e quelle che giocano in casa giocano per vincere. L'infortunio di Cambiasso? Speriamo non sia nulla di grave. A centrocampo abbiamo qualche problema, ci manca già Vieira"

L'attaccante Adriano: "Mi piace come mi fa giocare Mourinho, devo venire a prendermi il pallone e posso fare diversi uno-due con Ibrahimovic. Dopo il gol sono andato da Quaresma perchè prima della partita mi aveva detto che avrei segnato. Io mi sento bene, direi che sono all'80% ma posso ancora migliorare e sto lavorando tanto in settimana per farlo. L'esclusione con la Roma non è stato un problema: sono tornato dal Brasile con mezzora di ritardo, il mister mi aveva detto che non avrei giocato e io ho capito la sua decisione. Per me è un capitolo chiuso"

Il portiere Francesco Toldo: "Non è stata una partita facile. L'Anorthosis è riuscito a qualificarsi alla fase a gironi riuscendo anche a dominare delle formazioni importanti. Non siamo riusciti a chiuderla e loro sono stati molto bravi a mettere diverse palle al limite dell'area, a quel punto basta anche un mezzo rimpallo per metterti in difficoltà. Comunque riusciamo sempre a mantenere alta la concentrazione, vedo giocatori che pedalano per tutti e 90 i minuti e questa è una grandissima dote. Rispetto alle altre volte ho visto una maggiore sicurezza, siamo rimasti alti come voleva il mister e abbiamo corso meno pericoli. A Cipro sarà dura, perchè ci sarà un'isola intera a sostenerli. L'arrivo di Beckham al Milan? quando l'ho saputo mi sono fatto una risata..."

ANORTHOSIS FAMAGOSTA

Il difensore Traianos Dellas: "Siamo riusciti a chiudere tutti gli spazi, poi abbiamo preso il gol alla fine del primo tempo e abbiamo cercato di pareggiare, ma l'Inter è una squadra molto esperta e non era facile. Tra due settimane in casa speriamo di fare qualche punto. Siamo ancora secondi e abbiamo due partite in casa, se ne vinciamo almeno una ci sono buone possibilità di passare il turno"