Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW VIAREGGIO - Siligardi, dinamismo e imprevedibilità per l'Inter

TMW VIAREGGIO - Siligardi, dinamismo e imprevedibilità per l'Inter
mercoledì 13 febbraio 2008, 23:032008
di Christian Seu
fonte Niccolò Pacini

La Finalissima di oggi che ha messo di fronte Inter ed Empoli allo stadio dei Pini di Viareggio è stata una gara davvero combattuta sotto l'aspetto fisico, sul piano del gioco e a livello tattico. E non poteva essere altrimenti vista l'importanza che rivestiva l'incontro nella geografia del torneo.
Quattro goal e tante emozioni hanno caratterizzato i primi novanta minuti nei quali le due squadre si sono affrontate a viso aperto proponendo un gioco rapido, fatto di contrasti e giocate in velocità. Un sicuro protagonista della competizione è stato il giovane Luca Siligardi classe '88 dislocato a centrocampo da mister Esposito per sopperire all'indisponibilità di Puccio per squalifica.Il numero sette nerazzurro è un agile centrocampista dal piede vellutato, che mostra il suo estro nei repentini scatti di contropiede e nei duelli in velocità con l'avversario di turno. Impegnato spesso nell'uno contro uno su azione di rimessa, si fa notare per le sue scorribande palla al piede su tutto il fronte d'attacco interista, creando non di rado situazioni di panico nelle file della difesa dell'Empoli.

Giocatore che sa portare palla e aprire il gioco sulle fasce, si dimostra importante anche perché dà imprevedibilità al reparto avanzato e imprime dinamismo alle azioni della sua squadra. Decisivo quando al 37' del primo tempo, si procura il rigore che consentirà all'Inter di portarsi sull'1-1 (trasformazione di Balotelli). Elude la sorveglianza di due difensori con un movimento repentino, fa irruzione in area di rigore e si fa mettere giù da un intervento alla disperata di Pizza. Un giocatore da non perdere di vista e che in prospettiva può diventare una sicurezza su cui puntare.