Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Totti-Ilary Blasi, diario di un felice matrimonio

Totti-Ilary Blasi, diario di un felice matrimonioTUTTO mercato WEB
martedì 7 ottobre 2008, 17:132008
di Stefano Sica
fonte gazzetta.it

E' la donna più invidiata della Capitale, almeno della parte che tifa giallorosso. Da più di tre anni sposata con Francesco Totti, madre di Chanel e Cristian, la "iena" Ilary Blasi racconta il capitano romanista in un'intervista a Vanity Fair. "È cambiato, da un paio d'anni. Francesco era un timido, un ipersensibile diffidente, un gelosone. Mi fa ancora storie su come mi vesto, se ho una scollatura troppo abbondante, ma è cambiato. Totti mica l'ho trovato così: ci ho lavorato sopra, era un uomo del secolo scorso".

SCINTILLA - E' una donna sicura di sè, Ilary e lo si capisce quando parla della sua carriera e di come ha conosciuto Francesco: "Sono orgogliosa della mia personalità e del mio stile. Non mi sono mai messa in competizione con mio marito, però ho costruito la mia vita senza stare nell'ombra di nessuno. Sembrerò egoista, ma ho sempre pensato prima a me perché solo così poi sono in grado di amare davvero gli altri". Come è scoccata la scintilla? "Non mi fidavo per niente. Me lo presentarono in un pub. Ma ero nervosa perché mi avevano rubato il cellulare. Dopo mezz'ora ci siamo salutati".

GALEOTTO FU IL DERBY - Una "resistenza", quella della giovane showgirl romana, durata fino al giorno di uno storico derby Roma-Lazio: "Mi irritava l'idea che potessi essere uno sfizio. Francesco mi piaceva, ma non volevo dargli soddisfazione. Lui è stato molto bravo, mi ha sempre cercata, ma con messaggini semplici, niente di compromettente. Comunque non ci sono mai uscita da sola prima del derby del 10 marzo 2002, quello finito 5-1".

MAGLIETTA - E rivendica la dedica sulla maglietta, la famosa scritta "Sei unica": "Era per me anche se nelle interviste del dopopartita ha detto che era per la curva. Tipico di Totti il timido".

FLIRT - E sui suoi presunti flirt: "Sono la più grande cornuta d'Italia, tradita un giorno sì e l'altro pure. E' questo che scrivono i giornali: e alla fine, che sia vero o no, la gente lo pensa ugualmente. Ho imparato a non farci più caso". Il riferimento inevitabile alla presunta storia con Flavia Vento: "Quello è stato l'apice - si arrabbia Ilary -. Una violenza incredibile. Ero incinta: potevo perdere il bambino per lo shock. A questo nessuno ha pensato? È stato terribile, un incubo. Ma non ho mai dubitato di lui, gli ho sempre creduto". Cosa penso della Vento? "La colpa non è sua: le hanno promesso mari e monti e ci ha creduto. Ce l'ho con chi ha architettato quella storia a tavolino ed è riuscito a venderla. È assurdo, ma so che può ricapitare..."