Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Barcellona, Ibrahimovic: il bacio della maglia

Barcellona, Ibrahimovic: il bacio della magliaTUTTO mercato WEB
© foto di Marco Nofri
martedì 28 luglio 2009, 07:162009
di Redazione TMW.
fonte Telelombardia - www.qsvs.it

Barcellona dà il benvenuto a Zlatan Ibrahimovic nel d-day della presentazione dell'attaccante svedese al Camp Nou. Ibra, che ha passato con esito positivo questa mattina le prove fisiche nel centro medico del club, è tornato alla sede del Barcellona per sottoscrivere l'accordo che lo lega per le prossime 5 stagioni alla squadra campione d'Europa. Poi la conferenza stampa davanti a oltre un centinaio di media accreditati, per fare infine la sua prima apparizione in maglia blaugrana, sul prato del Camp Nou davanti a circa 45.000 i tifosi.

Il primo pensiero di Ibra è per il presidente dell'Inter: "Nessun altro presidente ha fatto tanto per me come Moratti. Con la mia famiglia siamo stati benissimo a Milano, ma vogliamo crescere e siamo venuti qui. Molti mesi fa ho trovato l'accordo, solo il Barcellona mi ha voluto. Nessuno è piu felice di me in questo momento. Ho voglia di vincere, non sono il sostituto di Eto'o".

"Giocare per il Barca è un grande onore, vengo a imparare, questo è quello che sento. Ho provato a vincere la Champions prima, sono convinto che arriverà questo momento". Ibra ha mostrato uno dei suoi migliori sorrisi, assieme alla maglia blaugrana col numero 9, ereditata da Eto'o. "Sto vivendo un sogno - ha aggiunto l'attaccante svedese - Ci sono molti club, ma solo uno speciale. È un piacere giocare con grandi calciatori e arrivare ad essere incluso migliore".

Ibra ricorda anche il suo periodo italiano: «Ringrazio tutti i tifosi dell'Inter e la squadra. Sono molto contento di aver giocato con la maglia nerazzurra, mi dispiace di essere andato via ma voglio crescere ancora e sono più felice di essere qui. Ho imparato tanto in Italia, con Capello, Mancini e Mourinho».