Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carlo Nesti: "Tu a sinistra? Ale, credici!"

Carlo Nesti: "Tu a sinistra? Ale, credici!"TUTTO mercato WEB
mercoledì 18 novembre 2009, 07:422009
di Redazione TMW.
fonte di Carlo Nesti per carlonesti.it

Diciamo la verità: all'inizio della stagione, quando gli acquisti luccicavano ancora di luce propria, Del Piero sembrava dover essere un lusso inutile. Anzi: anche un motivo di imbarazzo per i dirigenti e per Ferrara. Adesso, lungo la strada del 4-2-3-1, e lottando su 2 fronti, ben venga, purché si convinca di una cosa.

Continua a dire, giustamente, di essere un attaccante, ma ha fatto sempre le cose più belle, punizioni a parte, cominciando l'azione da sinistra, e andando o al cross, o al tiro, rientrando al centro. Non vedo perché debba ostinarsi a vedere il ruolo di trequartista esterno sinistro quasi con fastidio, soprattutto pensando che, nella Nazionale campione del mondo del 2006, si adattò perfettamente a questo ruolo. Dunque, coraggio! L'altra ipotesi, nel 4-3-1-2 a "rombo", è quella di fungere da seconda punta, al fianco di Amauri o Trezeguet, con Diego trequartista centrale.