Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Domani in scena il personale derby di Spinelli

Domani in scena il personale derby di Spinelli
sabato 21 novembre 2009, 11:462009
di Marco Ceccarini
fonte Gianluca Manzi per Amaranta.it

Non si può parlare di Livorno-Genoa senza inevitabilmente parlare del passato di Spinelli e della sua esperienza come presidente del club rossoblu. Certo ormai molta acqua è passata sotto i ponti. I liguri, dopo anni di purgatorio nelle categorie meno nobili, sono tornati in Serie A e alla grande. Subito una prestigiosa qualificazione alla Europa League sfiorando addirittura la Champions. La società, ora nelle mani di Preziosi, ha grandi ambizioni e sotto la guida tecnica di Gasperini gioca un calcio spumeggiante e molto spettacolare; a onor del vero, in certe partite, anche troppo sbilanciato (ad esempio quelle con Inter e Chievo), ma sicuramente i tifosi non si annoiano vedendo giocare Palladino e compagni. L'era Spinelli di presidenza rossoblu, che portò alla Coppa Uefa (l'odierna Europa League, ndr) è stata ormai dimenticata ed anzi lo stesso Spinelli viene additato dai tifosi liguri come chi ha affossato la società, lasciandola in svendita e al collasso dopo anni di successi e illusioni. Tutto questo, ogni volta che Livorno e Genoa si affrontano sul campo, viene nuovamente a galla ed ecco che la sfida assume i contorni quasi di un derby. Lo stesso Preziosi non ha infatti nascosto che il successo contro il Livorno per lui vale doppio e ci tiene sempre in modo particolare. Anche Spinelli certo non sarà da meno. Domenica al Picchi le squadre sicuramente vorranno entrambe vincere.

Non ci si lasci ingannare dalla molta pretattica esibita in questi giorni dai due mister, Gasperini e Cosmi! Che le squadre giochino ad una, due o addirittura tre punte non cambierà nulla... Entrambi vogliono assolutamente i tre punti. Il Livorno deve risorgere dopo due sconfitte consecutive; delle quali l'ultima con il Bari sicuramente molto dolorosa, frutto infatti di una prestazione sottotono e mai incisiva in attacco. In coda il gruppone delle pericolanti è folto, ma serve fare punti. Molte e importanti le assenze tra gli amaranto: Tavano, Rivas, Perticone e Pieri. Il tecnico amaranto, Cosmi, dovrà ridisegnare la squadra e sperare che la coppia Candreva-Lucarelli trovi intesa e tempi giusti per scardinare la difesa ospite. Dal canto suo il Genoa cerca i tre punti per inseguire le zone alte della classifica e per non perdere contatto con le dirette concorrenti nella lotta per giocarsi i posti più nobili ed ambiti della graduatoria: quelli che porteranno in Europa. Ex del match, Amelia e Palladino. Appuntamento a domenica 22, ore 15, arbitrerà Rizzoli.