Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Ernesto Bronzetti: "Dinho e Pato, attenti a quei due"

Ernesto Bronzetti: "Dinho e Pato, attenti a quei due"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
martedì 10 novembre 2009, 07:512009
di Redazione TMW.
fonte di Ernesto Bronzetti per www.caffebronzetti.com

Lo hanno fatto di nuovo, quei due monelli: cross di Dinho e gol di Pato. Oh, mica un gol qualunque. Quello segnato alla Lazio è un gol da fuoriclasse e soprattutto da attaccante completo, che sa far gol in tutti i modi: il tiro da fuori, il tocco di classe, lo scatto in contropiede, il guizzo da opportunista in area e, come ha fatto vedere all'Olimpico, anche in elevazione di testa, bruciando sul tempo il difensore. Spettacolare. E ha solo vent'anni! Magari è sbagliato parlare già di possibile Pallone d'Oro del futuro, sono contrario a queste previsioni perché nel calcio di oggi tenere i piedi ben saldi per terra è assolutamente fondamentale. Quindi è giusto motivare Patinho, ma lui deve continuare a lavorare in umilità perché di strada deve farne ancora tanta.

Intanto Dinho ha piazzato un altro assist, un'altra giocata decisiva. I brasiliani stanno facendo la fortuna di Leonardo: il gol di Thiago Silva su corner era nell'aria ed è puntualmente arrivato. Lui ha una strepitosa scelta di tempo quando stacca di testa, lo aveva fatto vedere già nelle amichevoli estive, normale che prima o poi questa sua abilità si concretizzasse in un gol importante.

Poi nella ripresa la squadra ha sofferto, come a Napoli, ma stavolta ha resistito. Io credo che il Milan dovrebbe riuscire a segnare di più in contropiede, invece non chiude le partite e così gli avversari rientrano pericolosamente in gioco. Bisogna essere più concreti là davanti. E mi riferisco anche a Dinho. In ogni caso, ha ragione Leonardo: «E' un Milan sbilanciato ma straordinario». Veramente una rivoluzione per il calcio italiano...

Il pareggio della Roma al Meazza contro l'Inter ha fatto capire che anche la squadra di Mourinho soffre il doppio impegno campionato-Champions e si prende le sue belle pause. L'Inter resta la favorita per lo scudetto ma il campionato è aperto, la Juve ha ridotto il distacco a cinque punti e la strada è ancora lunga per tutti...