Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Arezzo, Ceravolo: "Semplici non era il tecnico giusto"

ESCLUSIVA TMW - Arezzo, Ceravolo: "Semplici non era il tecnico giusto"
martedì 17 novembre 2009, 16:292009
di Andrea Lolli
Intervista realizzata da Raffaella Bon

Nonostante il buon piazzamento in classifica, l'Arezzo ha deciso di esonerare il tecnico Semplici e di affidarsi a Giuseppe Galderisi. A questo proposito i microfoni di Tuttomercatoweb hanno raggiunto, in esclusiva, il direttore generale del club, Francesco Ceravolo, che ha spiegato i motivi per i quali si è giunti a questa scelta.

Direttore, per quale motivo avete deciso di cambiare tecnico?
"Ho cambiato perché mi sembrava la scelta più giusta per arrivare tra le prime squadre a fine stagione. Non l'ho fatto per la classifica, che mi sembrava anche giusta, ma perché era necessario visto che c'erano dei segnali che mi dicevano che con lui non saremmo arrivati tra i primi. Semplici non era l'allenatore giusto per questa squadra, l'Arezzo vuole fare un campionato importante e vuole giocarsela per i primi posti con le altre. Per questo motivo abbiamo cambiato, vogliamo fare il massimo anche considerando che la squadra è stata costruita negli ultimi giorni di mercato".

E' stato scelto Galderini in qualità di ex juventino?
"No, lo conosco da anni e per lui parla il campo. Prima come giocatore e poi come allenatore l'ho apprezzato e seguito nelle esperienze con Foggia e Avellino. Mi sembra il tecnico giusto per questa squadra".

Un ultima domanda su un giocatore che conosce: Candreva. Pensa possa arrivare ai Mondiali?
"Vedendolo quando ero a Livorno avevo capito che sarebbe diventato un campione, aveva tutte le potenzialità e per questo avevo anche suggerito a Spinelli di riscattarlo. E' un giocatore giovane, classe '87, e non ha solo grandi capacità in campo, ma anche fuori. Se Lippi sceglierà di portarlo con sè in Sudafrica non mi stupirò".

© Riproduzione riservata