Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Toro, Petrachi: "Miglioreremo la squadra"

ESCLUSIVA TMW - Toro, Petrachi: "Miglioreremo la squadra"
martedì 29 dicembre 2009, 12:222009
di Andrea Losapio
Intervista di Raffaella Bon

Gianluca Petrachi, da ieri, ha ritrovato il Torino. Una sola partita con la maglia granata nella sua carriera da calciatore, nell'anno di grazia 1994, e ora un ritorno come dirigente al fianco di Foschi, per riportare il Toro in Serie A. TMW lo ha ascoltato in esclusiva: "Ho sempre detto di aver lasciato prematuramente il Torino, non me lo sono mai perdonato nella mia carriera da calciatore. Spero che da dirigente io possa avere una carriera più lunga. E' una grande soddisfazione essere qui, è una piazza stimolante, presenta delle belle responsabilità. La contestazione? Sinceramente è inaspettata, non si è mai vissuta prima. Penso sia una cosa anche giusta, se fatta in maniera civile.

Può anche essere uno stimolo, però si complicano anche le cose: i giocatori devono spendere energie nervose sul campo". Una battuta anche sul calciomercato di gennaio: "Il mio compito è collaborare con Foschi, tutte le grandi squadre hanno una struttura organizzativa con più persone valide, e questo può portare solo vantaggi. Posso dire che è stato Cairo a volermi a Torino. Io e Foschi dovremo partire dalle fondamenta, lui metterà l'esperienza e io la mia giovane età e la mia voglia. Savio? Il mercato di gennaio è fatto per migliorare, non per stravolgere, preferisco sia Foschi a parlare di nomi".

© Riproduzione riservata