Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Genoa, la carica di Gasperini

Genoa, la carica di GasperiniTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
martedì 27 ottobre 2009, 22:042009
di Redazione TMW

"Mai un passo indietro. Forza ragazzi". Lo striscione scritto in caratteri rosso e blu campeggia sulle gradinate del centro Signorini mentre la squadra si allena per l'ultima rifinitura. Nonostante le porte chiuse i tifosi hanno voluto far sentire il proprio appoggio alla squadra in un momento difficile. Gian Piero Gasperini, sorpreso dalla squalifica "non me l'aspettavo" ammette in conferenza stampa, spera che la rabbia per la sconfitta di Cagliari possa trasformarsi in energia positiva per battere la Fiorentina. Intanto deve fare i conti con gli assenti. Da Kharja a Juric, da Fatic a Criscito, la lista è lunga e comprende anche gli squalificati Scarpi e Moretti. Il ds Fabrizio Preziosi, anch'egli fermato dal giudice sportivo, seguirà Genoa-Fiorentina dal settore 5, quello occupato dal Genoa Club For Children, tra 800 giovani tifosi rossoblù. Gian Piero Gasperini non ha invece ancora deciso ma é chiaro: "Sarà più pesante l'assenza di Moretti che la mia e di Fabrizio". Dopo la sconfitta di Cagliari, per il Genoa è arrivato un momento cruciale della stagione, servono punti e una buona prestazione darebbe morale. "La squadra è viva - dice Gasperini -, domenica nella difficoltà ha avuto una bella reazione, a sprazzi abbiamo fatto delle buone cose" .

I gol subiti però rimangono un problema importante: "Non è possibile prendere questo numero di gol, eppure, nonostante tutti i disastri, se avessimo vinto saremmo stati quarti". Incalzato ritorna anche sull'argomento arbitri e sulla sua squalifica: "Non me l'aspettavo proprio, conferma però la mancanza di un metodo uniforme. Sono perplesso anche perché ero in panchina seduto, con l'assistente e il quarto uomo vicino, eppure non hanno segnalato niente". Il tecnico piemontese non vuole polemizzare e lancia invece una proposta: "Ormai ci sono tante telecamere, non vedo perché non si possa metterne una anche nel tunnel e vicino allo spogliatoio degli arbitri, in questo modo sarebbe tutto visibile". Arbitri a parte, la sfida con i viola può rappresentare una svolta, anche per la classifica. "La Fiorentina è una squadra forte - prosegue Gasperini -, ha dimostrato già il suo valore. Abbiamo però la possibilità in caso di successo di scavalcarla e questo è molto importante. Sarebbe l'iniezione di fiducia di cui ha bisogno la squadra in questo momento". L'ultimo pensiero è per Omar Milanetto, diffidato, che rischia di saltare la trasferta di Palermo e per il centrocampo significherebbe un solo titolare a disposizone: "Omar deve fare la sua partita, deve continuare così. E se poi scatterà la squalifica ci penseremo".