Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Gianni Di Marzio: "Pastore è bravo ma lavora troppo a centrocampo"

Gianni Di Marzio: "Pastore è bravo ma lavora troppo a centrocampo"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 17 novembre 2009, 12:422009
di Mediterraneonline.it .
fonte Alessio Alaimo

Domenica 22 novembre il Palermo di Walter Zenga sarà impegnato al Renzo Barbera dove ospiterà il Catania di Gianluca Atzori. Per Zenga è la sfida dell'anno: ritrova il suo passato e un'eventuale sconfitta potrebbe sancire il suo addio alla panchina del Palermo.

Da Catania a Palermo. La stessa situazione l'ha vissuta, non nell'immediato come Zenga, anche Gianni Di Marzio che è stato in sella sia agli etnei che ai rosanero: "Sono state due esperienze positive - ricorda Di Marzio a mediterraneonline.it - ho vissuto ambienti che hanno esaltato la passione e il piacere di vedere calcio. A Palermo sono stato benissimo, subentrai a Ferrari tenendo una media promozione ma purtroppo c'era un handicap iniziale difficile da annullare. A Catania ho vinto un campionato dalla B alla A, sono stato benissimo in entrambe le città".

Che partita si aspetta?
"Ho amici da una parte e dall'altra, spero sia una bella partita. Il pareggio per il Palermo sarebbe come una sconfitta. Bisognerà giocare a mille, entrambe le squadre hanno bisogno di punti e i due tecnici hanno problemi. I giocatori si daranno battaglia in campo, il Palermo cercherà di dare un colpo di spugna a questa classifica che non merita e di riscattare la sconfitta eclatante subita l'anno scorso. Il Catania fin adesso in trasferta non ha consolidato il bel calcio che fa, sarà una gran bella partita".

Quanto potrebbe influire nell'ambiente Palermo lo 0-4 dell'anno scorso?
"A livello di tifoseria molto. Ma a livello di squadra no, conta la forma dei giocatori, pesa se gioca Balzaretti e se Liverani gioca o entra dopo. Conteranno anche le motivazioni che sapranno Zenga e Atzori. Tra l'altro Zenga era dall'altra parte, sarà in una veste diversa. I derby sono gare particolarissime, si deve andare in campo tranquilli e sereni".

Edinson Cavani, giocatore che lei non ha mai nascosto di stimare, non sta vivendo un momento positivo e in occasione dell'ultima partita casalinga del Palermo il pubblico lo ha fischiato. Cosa succede - secondo lei - al numero 7 rosanero?
"I giovani possono avere dei periodi di appannamento, non ho sentito tutti questi fischi su Cavani... Sicuramente hanno una forma di rigetto alla fatica, perchè è stato convocato in Nazionale e quindi può aver pagato il viaggio. E' giovane e bisogna accettare i momenti negativi. Cavani è un giocatore duttile di qualità e di quantità. Amaurì non segnava da un anno e nessuno diceva niente, può capitare che non segni per un po' ma a Palermo se non fa gol Cavani ci pensa Miccoli o Simplicio. Cavani lo conosco bene, l'ho visto per la prima volta nel 2004, non è il classico bomber, fa gol ma lavora anche per la squadra".

L'altro sudamericano del Palermo, Javier Pastore, arrivato in Sicilia durante l'estate e considerato il fiore all'occhiello della campagna acquisti rosanero, forse non sta soddisfando le aspettative di inizio stagione...
"Il giocatore lavora troppo a centrocampo, va dietro troppe volte e non si limita a giocare sulla trequarti. Fa giocate da fuoriclasse a centrocampo dove potrebbe evitare. Pastore non ha problemi, deve solo migliorarsi fisicamente e capire il calcio italiano. I primi mesi per gli stranieri sono difficili, soprattutto per un giovane. Pastore darà soddisfazione al pubblico, ne sono convinto".

Nicolas Bertòlo invece? Il presidente Zamparini l'aveva considerato come il miglior acquisto del Palermo, invece è sempre relegato in panchina...
"Bertòlo è un giocatore europeo, di corsa, di fascia e di potenza. Non ha le qualità da sudamericano come l'inventiva o la fantasia. Non ha avuto ancora fiducia e le opportunità, prima o poi anche lui avrà continuità e le saprà cogliere. L'ho visto giocare ed è un ottimo giocatore, deve giocare da esterno destro o da interno e non a sinistra. A destra gioca bene".

Che impressione ha tratto del Palermo targato Walter Zenga?
"Ho visto il Palermo diverse volte e mi ha fatto un'ottima impressione. A San Siro ha messo sotto l'Inter, mica giocava contro il Monselice... Forse non ha concretizzato soprattutto in trasferta, per me il Palermo ha giocato bene solo che ha avuto diversi infortuni. Il Palermo è stato allestito per andare in Europa ma ancora c'è tempo e i rosanero si riprenderanno".

Forse al Palermo si può rimproverare il non aver acquistato una vera e propria alternativa a Federico Balzaretti...
"Se non l'hanno preso vuol dire che l'allenatore aveva altre idee, tipo Bovo esterno basso a sinistra o qualche giovane della primavera che ha vinto il campionato. E' vero che alcuni sono andati in prestito a maturare, non c'è da rimproverare nulla al Palermo in merito alla completezza all'organico".

Zamparini è tornato ad esternare e bacchettare l'allenatore...
"Il presidente è il primo tifoso, cerca di spronare l'allenatore. Zamparini è fatto così, non lo fa perchè vuol mandare via Zenga. Sprona i giocatori e il tecnico in ogni occasione e in previsione di una gara così importante ha ritenuto giusto farlo".

Mattia Cassani in Nazionale. Guidolin ai nostri microfoni ha detto che in fase offensiva, è secondo solo a Maicon. E' d'accordo?
"Cassani è un giocatore che è migliorato tanto e aveva le qualità per andare in Nazionale. Non mi meraviglio di ciò che ha detto Guidolin. Cassani può andare in Sudafrica ed è una valida alternativa a Zambrotta. Nel Palermo mi hanno impressionato anche Kjaer, Migliaccio, Simplicio, Miccoli, Nocerino e Pastore... E' un'ottima squadra. Il Palermo mi piace molto, spero che i rosa facciano bene".