Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Telelombardia - Milan, delude ancora Ronaldinho

Telelombardia -  Milan, delude ancora RonaldinhoTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 10 agosto 2009, 06:492009
di Redazione TMW.
fonte di Federico Faranda per Telelombardia - www.qsvs.it

L'ennesima prestazione opaca di Ronaldinho nel secondo tempo della partita contro il Benfica è solo l'ultima in ordine di tempo in questo precampionato. Il brasiliano su cui Berlusconi in primis ha deciso di puntare tutto in questa stagione non ha quasi mai convinto, se si eccettuano le gare contro il Boca e i Galaxy. L'ex pallone d'oro contro i portoghesi non è nemmeno partito titolare, al suo posto ha iniziato Di Gennaro. Sulla carta per un piccolo acciacco dell'ultim'ora, probabilmente invece perché punito a causa delle ultime scorribande notturne. Dinho sembra infatti non aver perso il vizio. Dopo la nottata passata a Barcellona qualche giorno fa, il gaucho ci è ricascato.

E' stato infatti visto al festival latino americano di Assago, in un prive riparato e in compagnia di Dida e del solito gruppo di amici. I tifosi rossoneri però questa volta non gli hanno chiesto foto ed autografi, ma lo hanno esortato a tornare a casa. Il popolo del Milan sa che le sorti della squadra dipendono perlopiù da lui. Ronaldinho dovrà mettersi al lavoro, perché è ormai chiaro che i colpi di genio non bastano per sopperire alla scarsa condizione atletica. Il verdeoro ha il compito di dimostrare che l'ormai celebre giuramento del tavolino a Milanello non è stata solo una farsa.