Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il muro invalicabile: Bonucci e Ranocchia si muovono in coppia

Il muro invalicabile: Bonucci e Ranocchia si muovono in coppiaTUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
giovedì 3 dicembre 2009, 12:482009
di Andrea Losapio

Una diga invalicabile, un vero e proprio muro. Il Bari d'inizio stagione non può che essere definito così: fino alla partita con la Roma, i biancorossi erano la migliore difesa d'Europa: non c'erano Barcellona, Chelsea o Bordeaux che tenevano il passo di Bonucci e Ranocchia, cerniera centrale di un gioiello di rara bellezza. Il merito, ovviamente, è da spartire anche con centrocampisti - Gazzi, Donati e Almiron formano un trio vicino all'eccellenza - e laterali, ma la capacità di mettere la museruola agli avversari è ciò che sta facendo la differenza in questo senso.
Il primo, Bonucci, è in comproprietà con il Genoa: cresciuto nelle giovanili dell'Inter, arriva al Grifone nell'ambito della doppia operazione che ha portato Diego Milito e Thiago Motta a Milano e girato in compartecipazione ai galletti.
Andrea Ranocchia, invece, è maturato ad Arezzo, protagonista già a diciotto anni in Serie B, con Antonio Conte: i toscani, dati per spacciati per quattro quinti della stagione, retrocedono in malo modo all'ultima giornata, dopo una rincorsa mozzafiato. Nell'estate del 2008 lo acquista in comproprietà il Genoa - per poi riscattarlo appena il ragazzo incomincia a mettersi in mostra - e poi lo gira in prestito, secco, al Bari.


Ora mezz'Europa è su di loro: Chelsea, Arsenal, Manchester United, Milan, Juventus, Inter.
Il Genoa si sta già leccando i baffi perché rischia di avere una plusvalenza milionaria: a Ranocchia, preso per circa cinque milioni di euro, Preziosi ha già attaccato un cartellino con scritto "quindici". Per Bonucci c'è doppia gioia: essendo arrivato nel maxi pacco che ha portato anche Fatic, Acquafresca, Meggiorini e Bolzoni, la plusvalenza potrebbe anche essere maggiore. Il problema, forse, sarà risolvere la comproprietà con il Bari, ma un accordo verrà trovato.
Durante il corso di una trasmissione televisiva sono stato vittima di un lapsus - mea culpa - dicendo che Ranocchia e Bonucci erano stati ceduti entrambi dai nerazzurri nel maxi scambio estivo: un errore marchiano, che però potrebbe rivelarsi fondato: sarebbe un vero peccato dividere una coppia del genere, destinata - con Chiellini - a indossare la casacca della nazionale. L'Inter, che dagli ultimi movimenti sul mercato sembra volere svoltare "italianizzando la rosa" (Candreva e Galloppa piacciono, e molto), potrebbe acquistarli entrambi considerati gli ottimi rapporti con il Genoa e le parole di Ranocchia che, scherzando, aveva dichiarato: "Proporre­mo a Preziosi una clausola per spostarci in coppia".